«Io, siciliano innamorato di Berlino, con murali e dipinti invito a riflettere sul senso dell’umanità»

A Berlino si inaugura Metamorphosis, mostra dell’eclettico artista Massimo Bonanno

Personaggi surreali, figli di una società viziata dai social network, dalla creazione di bisogni condizionati, dall’anonimato e dalla solitudine dell’essere massa, una raccolta di personaggi dagli sguardi divorati dai videogame, mutanti tra l’uomo, la scimmia e le emoticon: è questo il fil rouge di Metamorphosis, mostra di lavori grafici di Massimo Bonanno dal 12 aprile presso il Sagrantino 136 di Berlino. Originario della provincia di Palermo, Bonanno vive dal 2012 nella capitale tedesca «Berlino è per me un bagno di vita, dinamismo e scoperta… una città stimolante per la sua grinta e per la mescolanza di gente che viene da tutto il mondo. Mi lascio influenzare da Berlino come da Palermo perché ognuno é quello che é anche per tutto quello che sta attorno a sé».

Posted by Lab93 on Tuesday, 19 March 2019

 

Metamorphosis, la mostra

Con Metamorphosis Massimo Bonanno racconta un metamorfico nella società alienata di oggi attraverso un uso raffinato del colore ad olio ed un elegante uso dell’assemblaggio. La mostra vuole essere un invito dell’artista alla riflessione sul senso dell’umanità cin l’idea futura di raffigurare animali futuristici con applicazioni elettroniche. Lo scopo della sua arte è parlare dei cambiamenti del mondo, focalizzandosi su quanto le sue contraddizioni portino a mutazioni non volute tanto del mondo che dei suoi esseri viventi, uomini, animali o mondo vegetale che sia.

Massimo Bonanno, tra Sicilia e Berlino

Di Massimo Bonanno, classe ’81, siciliano di Misilmeri, piccolo paese della città metropolitana di Palermo, si può dire che ha dedicato la sua prima parte di vita all’arte. Nonostante i soli 37 anni d’età ha prodotto  moltissimo mescolando più tecniche e materiali possibili. A Palermo ha raccolto 700 dipinti e 3000 disegni, un centinaio di sculture tutte con tecniche di preparazione diversa, unite però da uno stile libero ed estroso. Innamorato di Berlino, dove tuttora vive, si è dovuto “limitare” a dipingere e disegnare a causa della mancanza di spazi dove potersi esprimere. Questo ha contribuito ancora di più a sviluppare la sua immensa passione per le arti grafiche. La sua formazione nasce fin dagli anni del liceo quando frequenta diversi atelier di artisti locali per imparare le più svariate tecniche artistiche, svolgendo allo stesso tempo corsi di cartapesta e scenografia. Si diploma all’Istituto d’arte a Bagheria, vicino Palermo, specializzandosi in oreficeria dopo di che, nella “sua” Misilmeri crea Lab93, laboratorio di restauro in cui realizza anche murali, dipinti, scenografie e sculture per performance teatrali. Partecipa a mostre in giro per la Sicilia, poi Milano e Torino, dove, grazie alla galleria Semidarte partecipa con una sua installazione all’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Nel frattempo frequenta diversi cicli di lezioni sia in tecnica di restauro di dipinti che in restauro di mobili e doratura di piccoli oggetti. A tutto questo aggiunge anche un corso  sull’organizzazione di eventi che prevede un soggiorno di due mesi a Berlino. Nel 2012 Massimo si trasferisce così nella capitale tedesca rimanendone completamente assorbito.

Metamorphosis, la mostra

L’appuntamento per il vernissage di Metamorphosis è fissato per venerdì 12 aprile alle 18:30 presso il Sagrantino 136 (Linienstrasse 136, zona Mitte). L’ingresso è gratuito e la mostra andrà avanti fino al 30 maggio. Si tratta di un’ottima occasione per godersi una serie di lavori su cui poi porsi domande e discutere. L’artista sarà presente alla mostra il giorno del vernissage.

Metamorphosis

mostra di Massimo Bonanno

dal 12 aprile 2019 al 30 maggio

presso il Sagrantino 136

Linienstrasse 136, 10115 Berlino

vernissage il 12 aprile all 18:30

Evento Facebook

banner scuola berlino schule

Foto di copertina : © Massimo Bonanno

Leave a Reply