La Germania renderà più economici i treni e cari gli aerei

flight, ©Ethan McArthur, https://unsplash.com/photos/8KLLgqHMAv4

Previsti riduzione dell’Iva sui biglietti dei treni e aumento delle aliquote fiscali sui biglietti aerei in Germania

Lo ha annunciato il ministro delle finanze tedesco Olaf Scholz. L’IVA sui biglietti del treno sarà ridotta dal 1 ° gennaio 2020 (dal 19% al 12%). La tassa sul trasporto aereo salirà al 1 ° aprile 2020. Più brevi saranno i voli, maggiore sarà l’aumento, questo è il criterio scelto dal governo. Per i voli all’interno della Germania, è previsto un aumento dell’aliquota fiscale del 74%, da 7,50 € a 13,03 €. Per i voli internazionali, invece, l’aumento è limitato intorno al 41% rispetto alla situazione attuale. Il ministero federale delle finanze ha previsto introiti fino a 740 milioni derivanti da questa operazione. In questo modo sarà possibile aumentare le agevolazioni fiscali per i pendolari e incentivare una mobilità sostenibile.

Il “pacchetto clima”

Il provvedimento economico è inserito all’interno del “pacchetto clima”. Questo prevede una serie di interventi mirati a ridurre in Germania l’emissioni di CO2 del 55% entro il 2030. La cancelliera Merkel ha dichiarato “insostenibile” lo stile di vita attuale. Proprio per questo ha stanziato 54 Miliardi di euro per l’attuazione del pacchetto. Inoltre, si legge nel documento ufficiale della manovra, “la Germania intende investire un numero di miliardi a tre cifre entro il 2030 per la protezione energetica e per la svolta energetica”. La cancelliera sottolinea che il pacchetto clima terrà fede al dogma del pareggio di bilancio. “Sarà a zero deficit”, ha dichiarato nella conferenza stampa di presentazione della manovra.

L’italia e il Decreto Clima

Come in Germania, anche nello “stivale” si muove qualcosa in questa direzione. Lo scorso 10 Ottobre, il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Clima.”E’ il primo atto normativo del nuovo governo che inaugura il Green New Deal”, ha dichiarato il ministro dell’ambiente Sergio Costa. I fondi stanziati per il clima sembrano tuttavia essere esigui: 450 milioni di euro in totale. Principalmente il decreto prevede la promozione della mobilità sostenibile all’interno delle città, oltre all’impegno del governo ad approvare un piano strategico nazionale per il contrasto ai cambiamenti climatici. Sono previsti inoltre finanziamenti ai progetti di trasporto scolastico attraverso mezzi elettrici o ibridi. Altre misure adottate dal decreto riguardano la bonifica delle discariche abusive e l’incentivo alla vendita di prodotti sfusi.

Leggi anche: FlixTrain, si espande, da Berlino nuovi collegamenti con altre città tedesche da 9,99 €

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Flight, Ethan McArthur, Cc0 ON unsplash.com

Leave a Reply