Lara, il nuovo film berlinese del regista del cult Oh boy

Cast del film "Lara", screenshot da youtube https://www.youtube.com/watch?v=01CQEnrXx20

Lara è il nuovo film del regista Jan-Ole Gerster, premiato come miglior giovane regista

Dopo il successo di Oh Boy, Lara è il nuovo film diretto dal regista berlinese Jan-Ole Gerster presentato al Munich Film Festival 2019. Il film si sviluppa attorno al personaggio di Lara, la cui figura e ritratto sono raccontati nel giorno del suo sessantesimo compleanno. Tuttavia, un episodio inaspettato stravolgerà la giornata della protagonista. Il film Lara è, inoltre, valso al regista il premio come miglior giovane regista.

La trama del film

Dopo la prima mondiale al festival di Karlovy Vary nella Repubblica Ceca, Lara è stato presentato al Munich Film Festival. «Se vi dicessi che non sentivo la pressione dopo il primo film d’esordio vi mentirei» ha detto Gerster, «Certo, ci sono delle aspettative, sia la propria che quella degli altri». Ambientato nel corso di un solo giorno, Lara risente in larga parte del New Wave francese. È il suo sessantesimo compleanno e la giornata di Lara (Corinna Harfouch) prende una piega inaspettata: avvicina la sedia alla finestra, sale, sembra voler saltare, ma all’improvviso il campanello suona e lei va ad aprire la porta. Nella stessa giornata, il figlio della protagonista debutta nel suo primo concerto come pianista solista. La madre compra tutti i biglietti rimanenti e li cede ad amici e conoscenti. Lara si scopre “gelosa” dei successi e degli sforzi del figlio. Riscopre aspirazioni simili e allo stesso tempo si rende conto di quanto stretto le sia il ruolo da impiegata d’ufficio.

Il successo d’esordio

Nel 2012 esce Oh Boy, film diretto dal regista Jan-Ole Gerster con protagonista Tom Shilling. In quel momento nessuno si sarebbe aspettato il successo ottenuto, sia dalla critica che dal botteghino. Conosciuto a livello internazionale come A Coffee in Berlin, si tratta di una produzione scolastica post-laurea a basso costo, che faticava a trovare un produttore. «Non si pensava avrebbe mai visto lo schermo del cinema, sarebbe stato trasmesso al massimo in TV», così ha affermato il regista. Ma una volta trovato un produttore, il film è decollato tanto da essere presentato in circa 40 sale cinematografiche tra cui Stati Uniti, Canada, Giappone, Russia e Australia. Tra i vari premi ottenuti, uno dei più importanti è stato l’European Film Award al miglior debutto.

Leggi anche: L’acclamato regista sardo Salvatore Mereu ha appena finito di girare un film a Berlino

banner scuola berlino schule

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: Cast del film “Lara”, screenshot da Youtube

Leave a Reply