L’idea berlinese del supermercato di ricette va in bancarotta

Ingredienti, Free-Photos, https://pixabay.com/it/photos/ingredienti-cucina-preparazione-498199/, CC0

Kochhaus, il supermercato di ricette da più di dieci anni in Germania è ora in bancarotta

Kochhaus può essere definito come un supermercato di ricette, nato in Germania più di dieci anni fa, che vuole incoraggiare i suoi clienti a cucinare e a sperimentare tra i fornelli. Attivo dal 2008 sul mercato, il progetto conta numerose filiali in varie città della Germania. L’azienda, considerata rivoluzionaria e che riscosse inizialmente un grande successo, è ora finita in bancarotta.

Un supermercato che propone ricette e sprona i suoi clienti a cucinare

A oltre dieci anni dall’inizio dell’attività, Kochhaus oggi si trova a navigare in cattive acque. A confermarlo è stato il CEO dell’azienda, Ramin Goo che, nel 2008 insieme a Max Renneberg e Dorothée Karsch, ha fondato Kochhaus. Il supermercato di ricette ha segnato all’epoca una vera e propria rivoluzione nel settore. Entrando in una qualsiasi delle sue filiali, il cliente noterà subito che i prodotti non sono disposti come in un normale supermercato. Gli ingredienti sono infatti raggruppati e divisi in vari tavolini secondo la ricetta a cui appartengono, sono già lavati, pesati e pronti per essere comprati, portati a casa e messi in pentola. Ogni tavolino dispone di una lavagna, dove, passo per passo, si possono osservare tutti gli step della ricetta che darà vita al piatto finito. Comprando poi gli ingredienti scelti, il cliente, rientrato a casa, potrà portare a termine la ricetta che aveva adocchiato nel negozio seguendo le istruzioni sulla brochure che gli viene fornita con gli ingredienti, al momento dell’acquisto. Lo stesso processo di acquisto è replicabile anche su Internet, e anzi, è proprio il commercio online ad essere il più redditizio per l’azienda.

Difficoltà passate e ora la bancarotta

Le difficoltà per Kochhaus c’erano in realtà già state, in particolare a causa di competitors come Marley Spoon e HelloFresh, che propongono idee simili. Ulteriori complessità sono collegabili alla chiusura di tre delle dodici filiali dell’azienda nel 2017. Ora in Germania se ne contano nove, che stanno continuando a lavorare nonostante la situazione di bancarotta. Ramin Goo in questi anni ha puntato su collaborazioni con grandi nomi, come Edeka e Amazon Fresh, ma nonostante questo e l’aumento di redditività aziendale del 5% rispetto al 2018, l’azienda è in bancarotta. Una crisi dalla quale cercherà di uscire mantenendo attive le sue filiali.

Leggi anche: A Berlino c’è un supermercato anti-spreco con tanti cibi “scaduti” per la grande distribuzione


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK


Immagine di copertina: Ingredienti, ©Free-Photos, CC0

Leave a Reply