Remo Remotti, a Berlino una mostra per celebrare l’artista, poeta ed attore amato da Nanni Moretti e non solo

© Gabriele Gelsi / istituto Italiano di cultura

A Berlino una bellissima retrospettiva dedicata a Remo Remotti

Remo Remotti arriva a Berlino. Lo fa con una retrospettiva organizzata dal 13 gennaio al 22 mrazo da e presso l’Istituto Italiano di Cultura e curata da Gianluca Marziani. L’occasione sono i circa 50 anni da quando l’artista romano, deceduto nel 2015, soggiornò nella capitale tedesca grazie ad una borsa di studio DAAD.

Remottis Welten, la mostra

Difficile definire professionalmente Remo Remotti con una parola diversa da artista.Come scrive l’Istituto Italiano di Cultura: “Remotti scriveva, disegnava, dipingeva, manipolava, costruiva, recitava, declamava, partecipava; entità umana per molti indefinibile, genericamente radicale e controcorrente, la cui opera sfugge al margine delle categorie, attraversa i generi per ribaltarli nel loro contrario, in sintonia con un certo clima anni Sessanta, quando le contaminazioni linguistiche erano spontanee e realmente innovative”. Remotti fu infatti poeta, attore (per lui anche una puntata da boss mafioso in L’Ispettore Derrick), pittore, scultore, cantante e tante altre cose ancora. Era legato più che mai alla sua città Roma, un amore pareggiato dall’amarezza nel vederla continuamente decadente, un pensiero sublimato da una delle sue opere più celebri, il monologo Mamma Roma Addio! realizzato quasi novantenne qualche mese prima di morire. Sul grande schermo le sue partecipazioni ai primi film di Nanni Moretti (Sogni d’oro, Bianca e Palombella rossa) gli diedero quella popolarità nazionale che, come pittore e scultore, non ha forrse mai riscosso, nonostante tuttora alcune sue opere siano presenti alla Galleria nazionale d’arte moderna di Roma e in tanti altri importanti musei italiani.

Remottis Welten, la mostra

La mostra di Berlino si chiama Remottis Welten, il mondo di Remotti, ed è una summa di due mostre precedenti dedicate all’artista, una del 2014 e una del 2016 entrambe allestite a Roma  da Gianluca Marziani. Vi saranno quadri, sculture e diverse altre opere, nonché due due documentari sul legame tra Remotti e la capitale tedesca. La mostra è ad ingresso libero e visitabile dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16.

Remottis Welten

Dal 15 gennaio al 22 marzo

Orari: dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 16:00

vernissage martedì 15 gennaio alle 19.00

presso l’Istituto Italiano di Cultura Berlino

Hildebrandstraße 2, 10785 Berlino

Ingresso libero

 

Leggi anche Leonardo, Remotti, Giordano e tanto altro nel programma 2019 dell’Istituto Italiano di Cultura di Berlino

Berlino Schule tedesco a Berlino

RIMANI AGGIORNATO SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Photo Cover: © Gabriele Gelsi / istituto Italiano di cultura

Leave a Reply