Andare via o restare in Italia? Made of Limestone, il doc da 23€ che sta girando il mondo

Andare via o provare a rimanere? La domanda è comune a tanti giovani e meno giovani italiani di oggi. È giusto provare a cambiare le cose dall’interno o il sacrifico personale è troppo alto visto il rischio che ogni tentativo si riveli poi vano? Andrea e Marco Nasuto, due fratelli di 23 e 25 anni hanno provato a rispondere a questa domanda realizzando un bellissimo “web documentario” dal titolo Made of Limestone (Fatto di pietra calcare), un’ora di eccezionali immagini ed interviste dedicate al Gargano, la zona della Puglia da cui provengono. Il film è stato proiettato anche a Berlino presso la sede/cinema di Berlino Cacio e Pepe Magazine domenica 15 gennaio.

La storia di Marci e Andrea Nasuto. “Ci siamo laureati nell’estate 2013, Marco in Ingegneria Aerospaziale alla Sapienza, Andrea in International Finance in Bocconi. Post laurea, abbiamo ricevuto delle offerte per studiare in delle università in Europa e Nord America. Entrambi avevamo avuto già esperienze all’estero ma è scattato qualcosa che ci ha spinto ad “indagare” la nostra terra e la nostra domanda “Run away or stay?”. Da una parte l’entusiasmo di voler incontrare il mondo per imparare, costruire, sperimentare, dall’altra la volontà di guardare con occhi nuovi la propria terra. Made of Limestone è frutto di chiacchierate, racconti, processi iniziati quando eravamo molto più piccoli. E’ incredibile quanto certe strade, pietre, rumori possano diventare parte della tua vita di tutti i giorni, cambiandola. Quindi sentivamo che il doc doveva innanzitutto parlare ai non italiani o agli italiani fuori. Made of Limestone vuol tentare di far dialogare mondi diversi, persone diverse. Crediamo molto che sia importante creare ponti. Aiuta a migliorarsi, aiuta a capirsi.Quindi il documentario nasce come un esigenza personale di mettere dei punti all’interno di un testo e aprire nuove frasi. Nuovi suoni, nuove idee”.

Il budget? 23 euro. “Abbiamo scelto sin da subito di fare un prodotto web, disponibile gratuitamente sul web. Abbiamo raggiunto in 5 mesi più di 30 mila views. Avevamo zero esperienza di fotografia, videomaking, editing. Zero mezzi tecnici (la reflex super entry level prestata gentilmente da nostro zio) e budget ridicolo, solo 23 euro. Il tutto senza una casa di produzione, senza un network per la diffusione e mentre noi lavoravamo e/o studiavamo, ma è andata bene.C’è tanto Gargano ma anche tanta Italia, tanto Sud. Tanti scempi e bellezze comuni a tutto il Paese”.

Il successo di Made of Limestone. “Ci siamo tolti tante soddisfazioni, è difficile selezionare una sola. Il riconoscimento di Roberto Saviano che ci ha definito una delle migliori cose viste sul sud Italia di oggi, la proiezione all’University of Cambridge nel bellissimo teatro della Divinity School. Poi c’è stato il momento in cui stavamo per atterrare a New York e ci siamo resi conto che eravamo lì per fare due proiezioni. E’ stato un momento toccante. Essere arrivati li con i famosi €23 euro  – siamo riusciti a farci pagare buona parte delle spese da Apulia Film Commission per volar fin li – è stata un’enorme soddisfazione. Ma abbiamo tanta strada da fare e abbiamo sempre la voglia di raccontare “porta a porta” Made ofLimestone a chiunque non lo conosca. Recentemente siamo stati ospiti in una scuola tecnica nella nostra città ed è stato molto interessante. Parlare a dei ragazzi di futuro è un onore e lo capisci solo quando lo vivi”.

Quindi: partire o rimanere? “Chiaramente la risposta a questa domanda ruota molto intorno ad un aspetto professionale, non solo economico/salariale come spesso si crede. “All’estero pagano di più!”. Si vero ma non in assoluto e con varianze diverse, come abbiamo approfondito nelle nostre numerose ricerche . “All’estero c’è lavoro!”.Ni, se si analizzano i dati per regioni specifiche e non per nazioni. Ad esempio a Berlino, come avete scritto anche voi, la disoccupazione è più alta di Milano. Per non parlare del tema “competizione” che è sempre molto sottostimata come questione. Chiaramente, per decisioni di lungo termine, gioca un ruolo essenziale il tipo di relazioni che riesci ad instaurare all’estero. Questo muove la scelta su un piano estremamente personale, difficile da quantificare in stipendi o avanzamenti di carriera. Per questi e altri motivi, ci sembra troppo presto per poter rispondere alla domanda in maniera netta”.

Il trailer

Il film – Versione 56 minuti

Related Posts

Leave a Reply