«Vogliamo che venire a Berlino per la comunità LGBTI sia scelta pura e non obbligata dalla situazione italiana»

“L’Italia è uno dei pochi paesi europei che non hanno ancora uno straccio di legge per le coppie omosessuali. Finalmente il Senato la settimana prossima discuterà la Cirinnà che bene o male introduce le “coppie di fatto” e ci avvia verso l’uguaglianza! La comunità italiana a Berlino non può non far sentire la sua voce! In contemporanea con 80 piazze in Italia e in Europa, ci troveremo davanti all’Ambasciata d’Italia con delle sveglie da far suonare alle 16 precise facendo foto e video e postandoli. Chi crede nell’uguaglianza non può mancare!!”

Questo è il testo dell’evento Facebook che in questo ore sta girando con successo all’interno della comunità degli italiani a Berlino. L’appuntamento per il sit-in davanti all‘Ambasciata è previsto per sabato 23 dalle 15:45 alle 16:15.Analoghe manifestazioni per sostenere il dibattito in Parlamento sulle unioni civili sono organizzate da Arcigay e altre sigle in tutte le piazze d’Italia e a Londra e Dublino.

12552528_10208567555686572_2782641340522946350_n

Chiaramente l’ambasciata a Berlino ha solo un valore simbolico- rappresenta l’Italia all’estero e non è al centro della critica. Ad organizzare il tutto è Alberto Nicolini, segretario di Arcigay a Reggio Emilia (ma ha vissuto per 8 anni a Berlino) assieme ad un comitato di altre due persone. Intervistato da Berlino Magazine, Nicolini ha voluto spiegare il significato dell’iniziativa: «Berlino è una città in cui la comunità italiana sta crescendo esponenzialmente, e tra le persone che vengono per respirarne lo spirito e cercare lavoro o condizioni di vita più favorevoli, ci sono migliaia di persone gay, lesbiche, trans, intersessuali e queer che vengono per vivere più liberamente la propria vita. E spesso è una scelta, sì, ma praticamente obbligata. Vogliamo che venire a Berlino per la comunità LGBTI sia una scelta pura. Vogliamo che l’Italia faccia un passo avanti verso l’uguaglianza».

Svegliati Italia!

Sabato, dalle ore 15:45 alle ore 16:15

presso l’ Ambasciata Italiana

Hiroshimastraße 1, 10785 Berlino

Evento facebook

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

One Response to “«Vogliamo che venire a Berlino per la comunità LGBTI sia scelta pura e non obbligata dalla situazione italiana»”

Leave a Reply