Guida per godersi il Gay Pride di Berlino (che dire gay poi è riduttivo)

Sabato 28 luglio si terrà a Berlino il Christopher Street Day, una giornata dedicata alla lotta politica, ai colori, alla musica e alla gioia.

Quest’anno a Berlino il Christopher Street Day (CSD) compierà 40 anni. Per la sua quarantesima edizione, la parata vedrà come ogni anno la partecipazione di associazioni LGBTQ+ e di migliaia di manifestanti provenienti da tutta la Germania, che si incontrano per lottare contro discriminazioni legate all’orientamento e l’identità sessuale. La manifestazione tuttavia si fa portavoce di battaglie che coinvolgono anche altre minoranze: all’ordine del giorno sono infatti le discriminazioni legate a sessismo e razzismo, e il Christopher Street Day abbraccia anche queste battaglie sociali. Il motto di quest’anno è “Mein Körper – meine Identität – mein Leben”, ovvero “Il mio corpo – la mia identità – la mia vita”. Inoltre, le principali rivendicazioni sottolineano la necessità di una maggiore rappresentazione delle donne omosessuali, un’educazione sessuale che comprenda i vari orientamenti sessuali e un trattamento egualitario in materia di genitorialità.

Il corteo

Il ritrovo è previsto per le ore 12:00 a Kurfürstendamm, nei pressi di Joachimsthaler Straße, e intorno alle 12:30 ci sarà la partenza effettiva del corteo. Questo si snoderà lungo Wittenbergplatz, Nollendorfplatz (da circa un secolo punto di ritrovo della comunità gay berlinese), Lützowplatz, per poi transitare nei pressi della colonna della Vittoria e avviarsi verso il palco principale. La manifestazione vedrà presenti due tipi di pubblico: quello dei “pedoni” e dei carri, e quello dei camion con musica a palla che animeranno la manifestazione improvviseranno una sorta di discoteca itinerante. Intorno alle 14:30 è previsto l’arrivo a Brandenburger Tor, dove gli stand delle varie associazioni, volti alla sensibilizzazione per la causa del Christopher Street Day e all’animazione dell’evento, accoglieranno i manifestanti. Il resto della giornata proseguirà immersa in un’atmosfera festiva, con balli e tanta buona musica che andrà avanti fino a mezzanotte.

La parata del  Christopher Street Day nel 2017, Berlino

La storia del Christopher Street Day

Il Christopher Street Day, meglio noto come Gay Pride, nasce negli Stati Uniti nella seconda metà del secolo scorso. Contrariamente a quanto si pensa, la manifestazione non è nata da una voglia di “ostentare” il proprio orientamento sessuale, ma come una vera e propria presa di posizione sociale e politica. Negli anni ’60, infatti, la polizia era solita prendere di mira i pochi locali omosessuali esistenti, umiliando, picchiando e arrestandone i clienti se quest’ultimi non presentavano almeno “tre accessori conformi al loro genere”. Un episodio simile accade a New York il 28 giugno 1969 e, dopo l’ennesimo abuso di potere da parte delle autorità, i clienti del noto locale “Stonewall Inn” si ribellarono, difendendosi contro le aggressioni subite. Nacque così il primo Gay Pride, che si tenne lo stesso giorno dell’anno successivo per commemorare il coraggio della comunità LGBTQ+, ormai stanca di nascondersi e desiderosa di rivendicare i propri diritti e la propria libertà.

L’iniziativa di Kanaan

Il ristorante israelo-palestinese “Kanaan”, situato a Prenzlauer Berg, propone per l’occasione una solidale iniziativa: delle simpatiche magliette con scritto “Ich bin Hummusexuell’ (sono Hummus-sessuale, gioco di parole tra omosessuale e amante dell’hummus) del prezzo di 16€. Il ricavato andrà interamente a supportare il lavoro del Centro Rifugiati LGBT di Treptow. Una buona occasione per festeggiare il Christopher Street Day supportando una buona causa!

Christopher Street Day – Gay Pride 2018

Sabato 28 Luglio

Ore 12:00 da Kurfürstendamm/Joachimsthaler Straße (nei pressi dell’U-Bahn Adenauerplatz)

Sito web dell’evento

Evento Facebook

 

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di Copertina: CC0 

Leave a Reply