4 gite fuori porta nei dintorni di Berlino

Berlino e i suoi dintorni sono una tappa da non perdere se si passa per la Germania.

In ogni angolo di strada ci si può imbattere in un locale alternativo, si può capitare in un bar della birra e con oltre i suoi oltre 170 tra musei, gallerie d’arte e collezioni, fare un tuffo indietro nel passato sarà uno scherzo da ragazzi. Per questi motivi e tanti altri ancora Berlino è quella città adatta a tutte le età ed esigenze. E se si ha parecchio tempo da trascorrere nella capitale tedesca non si possono non vedere le meraviglie che la circondano!

I 4 dintorni di Berlino da visitare per una gita fuori porta

1) Potsdam

Uno dei luoghi più belli ed interessanti è sicuramente la vicina cittadina Potsdam, raggiungibile comodamente in una mezz’ora di treno con la ferrovia regionale S-Bahn (linea S7). Potsdam è nota per i suoi bellissimi giardini, palazzi ed edifici storici tant’è che fanno parte del Patrimonio UNESCO. Inoltre era anche la residenza estiva del Re prussiano Federico Il Grande, il quale dimorava nel Palazzo di Sanssouci. Oggi è una famosa attrazione turistica, noto per la sua bellissima biblioteca e la Marmosaal, realizzata con i preziosi marmi bianchi di Carrara. Potsdam è anche il luogo dove si svolse uno dei momenti più importanti della storia contemporanea: l’incontro tra Truman, Churchill e Stalin al Castello Cecilienhof, per la conferenza che avrebbe segnato il destino della Germania del dopoguerra.

Un post condiviso da Bilsemester (@bilsemester_europa) in data:

2) Wannsee

Questo quartiere che si trova nella periferia nordoccidentale di Berlino è noto come località balneare, ricca di vegetazione e stabilimenti. Il più popolare è lo Strandbad Wannsee, spiaggia lunga oltre un chilometro realizzata con la sabbia delle coste tedesche affacciate sul Mar Baltico: una sua porzione è dedicata anche al nudismo. Il bellissimo lago su cui è possibile rilassarsi lungo le sue sponde è formato da un’ansa del fiume Havel e al suo interno vi sono alcune isole. Tra queste la Pfaueninsel, l’isola dei pavoni: una riserva naturale che custodisce tra l’altro un castello fatto edificare da Federico II di Prussia. L’isola prende questo nome dagli uccelli dell’enorme voliera. Sulla riva del lago si trova anche una villa tristemente famosa per aver ospitato la Conferenza di Wannsee, dove i gerarchi del Reich pianificarono la soluzione finale. Oggi la villa è diventata un memoriale con documenti storici. Wannsee si raggiunge facilmente con la S-Bahn (linee S1 e S7).

Un post condiviso da Marcel Martini (@marcel_martini) in data:

3) Spandau

A nord di Berlino vi è Spandau (ne abbiamo scritto qui), il quartiere più antico di Berlino. L’Altstadt – la città vecchia – risale al 1197, ed è un centro storico medievale affascinante e antico, costituito da stradine e vicoli che conservano ancora case del XVI secolo. La sua restaurazione l’ha resa una nota zona commerciale. Non lontano si trova la cittadella, dove si erge la fortezza più antica risalente al XVI secolo e l’unica sopravvissuta a Berlino. Un tempo torre di sicurezza, poi deposito di munizioni, infine carcere. Oggi è un museo dove si trova tra l’altro un’esposizione di cannoni, e vi si tengono numerose attività culturali, rappresentando uno dei maggiori centri turistici della capitale. Il quartiere di Spandau si raggiunge sia con la S-Bahn (linee S75 e S3) che con la U-Bahn (linea U7).

Un post condiviso da Vauvenaley Drones (@vauvenaley) in data:

Un post condiviso da Jane Bourne (@flaneurble) in data:

3) La foresta di Grunewald

Il nome significa “bosco verde” ed è la più grande area verde della città. Si trova all’estrema periferia nord della Grande Berlino, a quasi due ore dal centro ed è facilmente raggiungibile con la metro. La foresta, oltre a essere un luogo ideale per giornate di relax e tranquillità è anche un posto bellissimo da visitare. Potrete anche vedere lo storico palazzo prussiano appartenente alla dinastia degli Hohenzollern e bellissima ex riserva di caccia. Fino al 1932 era il museo più antico della città che fu poi trasformato in una galleria d’arte. La guerra distrusse buona parte della foresta, che nel 1949 venne rinfoltita con più di 20 milioni di conifere e latifoglie. Ai tempi del muro, Grunewald era l’unica zona verde per i tedeschi dell’Ovest. Dal 1990 i castelli al suo interno sono stati dichiarati Patrimonio dell’UNESCO.

Berlino Schule tedesco a Berlino
Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © Schloss sanssouci Photo by virnuls CC0

 

Leave a Reply