Chi ha più di 10 anni difficilmente potrà mai parlare una lingua straniera come un madrelingua

asilo

Un nuovo studio dimostra quale sia l’età massima per iniziare a studiare una lingua come un madrelingua

Bisogna avere non più di 10 anni per imparare come si deve una lingua senza rischiare di passare mai per straniero. Logico, ci sono le eccezioni, ma è questo ciò che sostiene uno studio pubblicato recentemente sul The Economist. Sempre secondo lo stesso studio già chi ha più di 17 anni incontra maggiori difficoltà. Se avevate in mente di imparare una nuova lingua, insomma, vi conviene farlo il prima possibile. Da vari studi è emerso che più si è giovani e meno difficoltà si incontrano nello studio delle lingue. Ma non tutti sono d’accordo sul perché questo accada. La ragione? Potrebbe trattarsi di fattori biologici o della particolare flessibilità della mente dei più piccoli. Qualcuno ritiene che ciò non sia tanto dovuto ad una maggior predisposizione biologica dei bambini, quanto alla loro forte motivazione nel cercare di comunicare e comprendere gli stimoli circostanti e al fatto che non abbiano paura di commettere errori, come invece accade per gli adulti.

Perché i bambini imparano le lingue meglio degli adulti

Molti scienziati concordano sul fatto che i bambini siano particolarmente predisposti ad imparare una nuova lingua, ma non sanno spiegarne il motivo esatto. Steven Pinker, psicologo alla Harvard University, sostiene che le ragioni siano evolutive e che l’istinto naturale all’apprendimento della lingua inizi a scomparire man mano che l’età avanza. Altri studi provenienti dalla stessa università affermano che l’apprendimento delle lingue favorisce particolarmente, nei bambini, lo sviluppo del pensiero critico, della creatività e della capacità di risolvere problemi complessi. Inoltre, più si è giovani e più è semplice riprodurre fedelmente i suoni in modo da acquisire la giusta pronuncia. Sembra infatti che sia molto più facile per chi ha iniziato a studiare da bambino raggiungere una pronuncia pari a quella di un madrelingua. In particolare, secondo un recente studio del Massachusetts Institute of Technology (MIT) basato su un campione di più di 600.000 persone, solo chi inizia a studiare prima di aver compiuto 10 anni potrà mai raggiungere lo stesso livello di un madrelingua. È soprattutto dopo i 17 o 18 anni che le capacità cominciano a calare e diventa sempre più difficile raggiungere una conoscenza pari a quella di un madrelingua.

I vantaggi per tutti, a prescindere dall’età

Imparare una nuova lingua è certamente un ottimo esercizio per la mente: richiede infatti di memorizzare vocaboli e regole grammaticali attraverso un allenamento costante. I vantaggi che derivano dal saper parlare altre lingue oltre alla propria non si riscontrano solo sul piano professionale. Ci si crea una via di accesso diretta ad altri paesi e culture e scoprendosi capaci di comunicare con persone straniere si ottengono grandi benefici in termini di autostima e soddisfazione personale. Iniziare quando si è bambini sarà anche la scelta migliore, ma la verità è che per imparare una nuova lingua non è mai troppo tardi.

Leggi anche: La lingua tedesca sta diventando sempre più semplice grazie agli stranieri


Berlino Schule tedesco a Berlino

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © White77, CC0

Leave a Reply