A Berlino arriva il medico eroe di Lampedusa

Nell’ambito della rassegna Primavera della letteratura italiana, l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino presenta l’edizione tedesca del libro Lacrime di sale (tradotto: An das Leid gewöhnt man sich nie).

Lunedì 29 maggio alle ore 19 l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino ospiterà Pietro Bartolo, medico di Lampedusa co-protagonista del film documentario Fuocoammare di Gianfranco Rosi, e Lidia Tilotta, celebre giornalista della RAI che più di una volta ha raccontato le storie dei migranti arrivati a Lampedusa. Il libro Lacrime di sale racconta le testimonianze dei migranti approdati sull’isola, descrive le peripezie che hanno dovuto affrontare e tutto il dolore e le difficoltà sopportate.

Un racconto commovente

Ecco quindi le testimonianze di giovani migranti che si sono trovati faccia a faccia con la morte, di anziani e persino di bambini. Bartolo racconta inoltre tutto ciò che ha visto nei suoi 25 anni di vita a Lampedusa, delle vite che ha salvato e di quelle che si è ha visto sfuggire. La serata sarà incentrata sulla lettura di alcuni passi del libro An das Leid gewöhnt man sich nie, cui seguirà un dibattito moderato da Christina Schmidt. La serata presso l’Istituto, si terrà in lingua italiana con traduzione simultanea in tedesco.

Lettura e dibattito di Lacrime di sale in presenza degli autori Pietro Bartolo e Lidia Tilotta

Lunedì 29 maggio, ore 19

presso l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino

Hildebrandstraße 2, 10785 Berlino

Intervento di Pietro Bartolo e Lidia Tilotta

In lingua italiana con traduzione simultanea in tedesco

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina © Fuocoammare

Related Posts

  • Toni Servillo, Dacia Maraini, Claudio Magris: sono solo alcuni dei nomi eccezionali che l'Istituto Italiano di Cultura di Berlino ha presentato come ospiti del programma del 2017, un programma ricchissimo che spazia tra arte, letteratura, filosofia, cinema, fino ad arrivare alla cucina italiana. Giovedì scorso in Istituto il direttore Luigi Reitani ci ha dato la possibilità…
  • «Berlino è una città estremamente attraente per i giovani, soprattutto per la grande sensazione di libertà che trasmette. Il ruolo dell'Istituto italiano di cultura deve essere sicuramente quello di diventare un punto di riferimento per loro, ma non deve essere lo spunto per una ghettizzazione. Non voglio che si trasformi…
  • "Voglio dedicare questo premio a tutti i cittadini di Lampedusa, alla loro apertura mentale, alla gioia con cui vivono. Ho chiesto una volta al dottore Bartolo cosa faccia speciale Lampedusa e lui mi ha risposto che Lampeudsa è un'isola di pescatori e i pescatori accettano tutto ciò che viene dal mare"…
  • Il Ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, e il suo omologo francese, Jean-Marc Ayrault, hanno conferito per la prima volta il Premio franco-tedesco dei Diritti Umani. Tra i 15 premiati internazionali “per il coraggio civile e lo straordinario impegno per i diritti umani” c’è anche un medico italiano, il Dr. Pietro…
  • Torna come ogni anno ad ottobre la Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, la manifestazione che si prefigge di far conoscere attraverso eventi e letture la lingua e la letteratura italiana all’estero, con particolare attenzione alle nuove tecniche e al mercato dell’editoria, promossa dagli Istituti italiani di cultura nel mondo. Quest'anno…

Leave a Reply