A Berlino il lavoro c’è (se sai il tedesco)

studiare tedesco a Berlino

Le opportunità lavorative offerte da Berlino sono tanto maggiori quanto più il candidato è qualificato. La conoscenza del tedesco è una competenza fondamentale per trovare impiego.

Le contenute spese logistiche ed operative per le imprese e il basso costo della vita sono le ragioni per cui il panorama lavorativo della capitale tedesca ha subito una notevole spinta negli ultimi anni. Gli stessi fattori hanno fatto da calamita per l’immigrazione verso Berlino, anche italiana. Questa impennata fa sì che per trovare lavoro nella capitale tedesca la qualificazione diventi sempre più importante. E sapere il tedesco spesso fa la differenza.

L’immigrazione italiana a Berlino negli ultimi anni

L’Osservatorio statistico degli italiani, che si propone di monitorare la situazione degli immigrati italiani a Berlino, sostiene che a partire dal 2006 l’incremento degli italiani che si sono spostati nella capitale tedesca per vivere e cercare lavoro è stato di qualche migliaio di unità. Si tratta di un’ondata migratoria completamente diversa rispetto a quella dei Gastarbeiter degli anni ’50 e ’60. Dal 2010 in poi, in concomitanza con l’esacerbarsi della crisi economica e delle sue conseguenze in Italia, la nuova immigrazione si è differenziata nettamente da quella di più vecchia data, portando in Germania soprattutto giovani con un buon livello di istruzione. Anche per via della sua atmosfera informale, dell’animata vita notturna e del costo della vita piuttosto contenuto rispetto ad altre capitali europee, Berlino è meta eletta da quei giovani in cerca di un’esistenza dignitosa e soddisfacente fuori dai confini nazionali. In questo modo si incontrano le esigenze dei giovani lavoratori e quelle delle grandi aziende, che beneficiano di affitti bassi (almeno finora) e un mercato vivace e in espansione. Stando alle statistiche, il ritratto di chi si è stabilito a Berlino negli ultimi anni è quello di un ragazzo laureato tra i 18 e i 28 anni in cerca di un’occupazione in una delle tante aziende e start-up della città. L’aumento delle offerte di lavoro che di recente ha caratterizzato la capitale tedesca, insieme a una serie di caratteristiche ambientali, sta dunque determinando una nuova fase di immigrazione italiana a Berlino.

Il nuovo contesto lavorativo berlinese

Berlino è una città particolare a causa della sua storia recente. Durante il periodo della divisione e del Muro, altre città tedesche come Monaco di Baviera e Francoforte hanno assunto la guida economica e finanziaria della Germania. A seguito della caduta del Muro la ripresa è stata lunga: molti abitanti, soprattutto tedeschi, lasciarono la capitale. La rinascita di Berlino è un fenomeno recente e legato soprattutto a un cambiamento della microeconomia cittadina, che si è svincolata sempre di più dalle attività manifatturiere tradizionali per provare nuovi esperimenti. Spesso abbiamo parlato del successo che la formula delle start-up riscuote a Berlino. Nonostante le pecche di un sistema così incerto e precario, è vero che questo tipo di aziende ha bisogno di lavoratori. Tra le competenze più richieste una buona conoscenza dell’informatica. Ma in forte crescita sono tutte le attività del terziario, da quelle legate al turismo alle risorse umane. Tale cambio di marcia dell’economia ha richiamato nuovi abitanti dalla Germania e dall’estero e sapere il tedesco è tra le prime competenze che i datori di lavoro cercano nel curriculum dei candidati.

Opportunità di lavoro per giovani qualificati

La nuova Berlino si regge quindi sulla piccola e media impresa, oltre che su settori semi-pubblici come sanità e istruzione, che hanno incrementato l’offerta di lavoro. Il ristagno delle attività legate all’industria, all’edilizia e alla grande impresa significa anche la diminuzione di offerta lavorativa per personale poco qualificato. Secondo un trend in linea con il resto delle città tedesche, la ricerca dei datori di lavoro si orienterà quindi sempre di più verso profili qualificati, in qualsiasi campo. E la conoscenza del tedesco fa spesso la differenza. Capita di frequente di trovare per strada annunci di lavoro per commessi, camerieri o receptionist in cui si specifica che la conoscenza della lingua tedesca è indispensabile per l’assunzione. In altri casi, per professioni non a diretto contatto con il pubblico, la conoscenza del tedesco non è una condizione assolutamente necessaria, ma pur sempre vista come un punto a favore del candidato. Sebbene non sia possibile affermare che a Berlino non esista lo sfruttamento in ambito lavorativo, è necessario specificare che nella maggior parte dei casi si tratta di impieghi tutelati dalla legge del salario orario minimo, in vigore dall’1 gennaio 2015: a partire dall’1 gennaio 2017 l’ammontare del salario minimo è inoltre stato innalzato a 8,84€ lordi/ora. Qualunque lavoratore maggiorenne, inclusi i tirocinanti che svolgano uno stage non curricolare, non soggetto alla legge sulla formazione professionale (Berufsbildungsgesetz) e superiore a 3 mesi, ha diritto all’erogazione almeno del salario orario minimo. I datori di lavoro che non rispettano la legge sul salario minimo possono essere sanzionati con una pena pecuniaria. Per il non versamento dei contributi sociali previsti dal salario minimo il datore di lavoro può essere punito con la reclusione fino a 5 anni.

Vuoi studiare tedesco a Berlino?

Se pianifichi di trasferirti a Berlino in cerca di un impiego e desideri pertanto investire nello studio del tedesco durante il periodo estivo, la Berlino Schule offre diversi corsi di formato superintensivo nell’ambito della Summer School. Disponibili dal livello A1.1 (principianti) al B2.2, i corsi superintensivi di tedesco di Berlino Schule hanno la durata di 2 settimane, si compongono di 50 ore di lezione totali (5 ore al giorno) e hanno un costo di 280€ (*250€ per chi si iscrive a due corsi consecutivi). La scuola di lingua Berlino Schule è situata nel quartiere di Friedrichshain a Berlino, una delle zone più amate dai giovani della capitale tedesca per l’atmosfera dinamica che vi si respira, ed è comodamente raggiungibile con i mezzi pubblici (S-Bahn fermata Ostkreuz; U-Bahn fermata Samariterstr.) Visita il sito di Berlino Schule per maggiori informazioni sui corsi di tedesco oppure contattaci all’indirizzo info@berlinoschule.com

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: Berlin © Jörg Schubert CC BY 2.0

Leave a Reply