A Berlino un incontro su mafia e antimafia in Sicilia negli ultimi 30 anni

Mafia e antimafia in Sicilia negli ultimi 30 anni: sarà questo il tema dell’incontro che venerdì 20 gennaio dalle ore 19 verrà dibattuto presso la sede della Dante Alighieri di Berlino.

A fare da fil-rouge alla discussione sarà lo scrittore Augusto Cavadi , palermitano classe 1950 che ha vissuto in prima persona come insegnante, cittadino, filosofo, scrittore ed attivista gli anni “difficili” di Palermo e la trasformazione della città negli ultimi decenni. Oltre a svolgere la sua professione di insegnante di lettere e filosofia, Cataldi è anche volontario presso la Scuola di formazione etico-politica “G. Falcone”. Fondata dallo stesso Cavadi nel 1992, la scuola si propone di offrire occasioni di maturazione intellettuale e morale a chi è interessato a impegnarsi nella partecipazione democratica, per una società libera alle mafie. Il suo lungo impegno civile a stretto contatto con la società siciliana, in particolare con i giovani, gli ha permesso di conoscere a fondo le sue dinamiche e la sua evoluzione negli ultimi intensi decenni, segnati dalla violenza di Cosa Nostra e dal coraggio di chi si è voluto impegnare per un cambiamento. Attraverso la sua militanza ha avuto la possibilità di incontrare molte persone protagoniste di quei tempi, e di vivere in prima persona la storia di quegli anni.

L’incontro. Cavadi è anche scrittore, attività attraverso cui sintetizza le proprie idee filosofiche, politiche, sociali e non solo. Uno dei suoi lavori più recenti è La mafia spiegata ai turisti (Di Girolamo, Trapani 2008). L’opuscolo, in vendita tra l’alto presso i negozi di souvenir isolani in nove lingue, come dichiarato dal titolo si propone di spiegare la mafia a chi non la vive nel quotidiano, e ne conosce spesso solo i lati più folkloristici. L’autore presenterà il libro la sera del 21 gennaio 2017, presso la libreria Mondolibro di Berlino Mitte. Durante l’incontro del 20 gennaio Augusto Cavadi traccerà una breve panoramica su che cosa era Palermo negli anni di Falcone, Borsellino, Costa, don Puglisi e molti altri “protagonisti involontari” di quel periodo. Lasciando poi ampio spazio al dialogo con il pubblico, Cavadi si propone come un vero “testimone” e portatore di una memoria attiva, da consultare. In particolare, in quanto attivista in prima persona, ci potrà raccontare come la società civile palermitana ha reagito al fenomeno mafioso nelle sue diverse fasi e manifestazioni.

Mafia e antimafia in Sicilia: incontro con il testimone Augusto Cavadi 

Venerdì 20 gennaio 2017, ore 19:00

Oldenburger Str. 46, 10551 Berlin-Moabit

Evento Facebook

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply