Al porto di Amburgo il più grande sequestro di cocaina della storia tedesca

cocaina

La polizia doganale del porto di Amburgo ha sequestrato 3,8 tonnellate di cocaina.

Nella mattinata di giovedì la polizia doganale ha sequestrato il più alto quantitativo di cocaina nella storia tedesca, ben 3,8 tonnellate, destinati ad essere dati alle fiamme. Questo sequestro segue i due precedenti, avvenuti nella scorsa primavera. Stando a quanto afferma Die Welt, Werner Gatzer, segretario di stato nel Ministero federale delle finanze, ha affermato che questo sequestro rappresenta «un grave colpo per il traffico di droga. L’ammontare della quantità ci dimostra come l’offerta di cocaina sia aumentata».

Un sequestro senza precedenti

La sostanza stupefacente proviene dal Paraguay o dall’Uruguay ed arriva al porto di Amburgo nei container trasportati dalle navi. I panetti di cocaina vengono camuffati nei contenitori di cibo o di carbone. Il porto della città anseatica viene spesso usato come luogo di transito; infatti anche questo carico era destinato al Belgio.

È la prima volta che le autorità sequestrano un tale carico in Germania. Nel mese di aprile, la polizia ha confiscato 384 chilogrammi di cocaina scovati in 26 casse di banane di un grossista. Le scatole, provenienti dall’Ecuador, sono state trasportate con un camion dal porto di Amburgo a Leverkusen.

Inoltre, sia nel 2002 che nel 2010, i funzionari avevano sottratto alla criminalità non più di 1,2 tonnellate; nel primo caso a Kassel e nel secondo sempre ad Amburgo. In entrambe le occasioni, la partita di droga proveniva dal Paraguay.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © Cocaine lines on the mirrorWikimedia CommonsCC0

Corinne Santucci

Nata nel 1993, milanese d'origine, ma berlinese di adozione. Amo raccontare storie. Vivo di letteratura e di poesia, ma anche di buon vino (le tre cose sono strettamente correlate). Scrivo per esplorare, per evadere dalla realtà quotidiana. Tranquilli, non scordo mai di dare da mangiare ai pesci.

Leave a Reply