Altbau: il teatro che parla dell’amore multiculturale a Berlino

Lui le dice ti amo. Lei brontola: «se mi amassi veramente, me lo diresti nella tua lingua! L’amore è molto più spontaneo! Quando ci siamo conosciuti, non avevi avuto bisogno di usare l’inglese o il tedesco per dirmi che ero bellissima!». Ad incarnare la coppia in questione ritroviamo Franziska Endres e Carlo Loiudice, interpreti di uno dei quattro atti che costituiscono lo spettacolo Altbau, un progetto degli attori del Thater Am Tisch a cura di Serena Schimd.

É possibile entrare nel privato di qualcuno, senza che questo qualcuno se ne accorga, e, semplicemente, osservare? Ci si può intrufolare nella vita di una coppia? La pièce, in effetti, esplora un argomento sentito da chi vive sulla propria pelle le conseguenze del trasferimento in una città come Berlino o che a Berlino, magari, trova l’amore. Gli spettatori vengono introdotti nella vita quotidiana di quattro coppie di berliners provenienti da tutto il mondo, imparando, scena dopo scena, come le differenze culturali possano alle volte rendere le nostre relazioni quanto più difficili, tanto più intriganti. Il tutto avviene all’interno di un vecchio appartamento (Altbau, appunto) offerto da chi decide di aprire le porte ad un pubblico di circa 50 persone e di trasformare la propria casa, per tre giorni, in un palcoscenico.

Camera da letto, bagno, cucina: tre stanze di uno stesso appartamento in cui gli spettatori si spostano da una scena all’altra a seconda della coppia di attori da seguire, passando dall’intimità delle lenzuola, al profumo della minestra di lenticchie sul fuoco, all’atmosfera thriller del crimine nella vasca da bagno.

Chi segue Theater Am Tisch, d’altronde, è già abituato alla vicinanza fisica con l’attore. Ma il concetto di teatro à la carte subisce qui una rivoluzione spaziale: dal tavolino di un bar si passa alle quattro mura di casa. Attenzione però: in questo caso non è nemmeno consentito battere le mani. Racconta Amor Schumacher, membro della compagnia: «bisogna essere in grado di resistere ed attenersi al proprio ruolo di osservatore silenzioso della vita privata altrui». Siamo sinceri: quante volte l’abbiamo desiderato?

 

ALTBAU

Performance in inglese

Quando
26, 27 e 28 febbraio ore 20.00

Dove
Trattandosi di un appartamento privato, l’indirizzo viene comunicato solo a coloro che prenotano. Posti limitati (40 per sera).

Prezzo
Intero: 15 €
Ridotto (per i possessori della Berlino Magazine Card): 12 €

Biglietti prenotabili su Eventbrite o scrivendo a theateramtisch@gmail.com

Evento Facebook

 

Leave a Reply