Due concerti tutti da ballare: gli Appaloosa a Berlino

D’accordo, di musicisti e di band da Berlino ne passano parecchi. Nomi più o meno grandi, serate più o meno riuscite, ma insomma, il panorama di scelta è piuttosto vasto. Ci sono però un nome ed una data che sarebbe il caso di appuntare: gli Appaloosa, il 17 e il 20 aprile.

Questi giovani musicisti livornesi sono habitué di tanti palchi in giro per il mondo, già approdarono alcuni anni fa nella capitale tedesca con buon successo. Saranno di nuovo a Berlino nei prossimi giorni, durante un tour che prevede tappe in diversi paesi esteri (Germania, Repubblica Ceca, Francia, Svizzera…). La band esiste da molti anni: il nucleo originale si forma per la prima nel volta nel 1998, poi cambiano le voci e molte storie si intersecano fino a comporre, nel 2001, quello che oggi sono gli Appaloosa. Nel corso della loro storia non c’è stata un’unica strada percorsa dall’inizio seguendo una traiettoria dritta e senza ostacoli. Persone si sono aggiunte e altre si sono allontanate, le teste ragionanti sono state tante, le mani che hanno suonato altrettanto numerose, tant’è che nella loro musica questa eterogeneità è tangibile: difficile definirne esattamente il genere. E’ un essere ibrido, un misto sempre vario di elettronica, rock, a volte un po’ indie, ma alla cui base c’è sempre un elemento distintivo: il ritmo. Un ritmo martellante che sostituisce e parla al posto della voce, che non c’è. L’anima degli Appaloosa è divisa tra due bassi – Nicolò Mazzantini e Diego Ponte anche chitarra – Marco Zaninello alla batteria e Dyami La Cha Young al Synth.

Appaloosa Berlino 2014

Oggi nella loro musica ci sono elementi che si mimetizzano, suggestioni musicali provenienti da ambienti diversi e distanti, immagini che si susseguono per creare un ambiente sonoro speciale. L’ultimo loro progetto è infatti Trance44, un album costituito principalmentie da elementi ipnotici e ripetitivi, con ritmi “antichi”, tribali, che favoriscono nell’ascoltatore l’avvicinamento ad uno stato di trance. E’ ricco di sonorità orientaleggianti, sfumature e ricordi lontani di un mondo esotico. Dopo tanti anni di lavoro insieme, dopo festival (giusto per citarne uno l’Arezzo Wave, al quale partecipano per quattro anni), dopo aver suonato sullo stesso palco di Cypress Hill, Karate, Black, Verdena, Calibro 35, Zen Circus, Teatro degli Orrori, AfterHours, Linea 77, One Dimensional Man, Civil Civic e tanti altri offrono al pubblico un prodotto nuovo. Questo quinto album è diverso dai precedenti, non solo perchè è il primo disco che registrano in maniera indipendente nel loro studio, ma anche perchè secondo alcuni rappresenta una fase di maturità artistica della band, segnata anche da cambiamenti all’interno della loro formazione. Alla musica nuda e cruda si aggiunge poi ora una componente visiva che partecipa alla comunicazione attraverso immagini e luci, contribuendo alla creazione di questo mondo sonoro e non solo. Martino Chiti e Nicola Buttari sono gli artefici di queste performance visual, in viaggio insieme al gruppo con anche il fonico Fabio Fantozzi. Trance44 è stato pubblicato da poco ma ha già dato delle buone risposte da parte del pubblico e adesso viene “testato” dal vivo. Dall’11 aprile al 7 giugno attraverseranno l’Italia e l’Europa con un tour ricco di date. La loro esperienza oltre i confini italiani si è sempre rivelata positiva, “più facile” giungere ad un rapporto con il pubblico.

A Berlino la prossima settimana suoneranno due volte: il 17 all’Urban Spree a Friedrichshain e il 20 in un posto “segreto”, un Hauskonzert, un evento al quale si può partecipare solo scrivendo una mail e prenotandosi – dopodiché si riceverà l’indirizzo.

Senza dubbio è una musica la cui anima vera si manifesta nelle esibizioni live durante le quali non c’è solo il suono – e in questo caso l’immagine – ma soprattutto quell’energia pura, liquida, contagiosa che raccoglie ed abbraccia il pubblico.

Ecco le date:
il 17.04 all’Urban Spree in Revaler Str. 99, Berlino, qui l’evento Facebook. Il biglietto costa 6 euro.
il 20.04 c’è un secret show: l’unico modo per sapere la data e l’ora è scrivere a questo indirizzo mail km17wg@gmail.com, qui l’evento Facebook
il 5.06 si esibiranno insieme ai GO!ZILLA al Marie Antoniette, Holzmarktstrasse 15-18, 10179

Questa la loro pagina Facebook

Perchè andarci: se avete voglia di una serata energica, sudata, da ballare a più non posso. Perchè sono una voce interessante nel panorama musicale di oggi, perchè bisogna approfittarne ora che sono a Berlino!

Maria Severini

Maria Severini, laureata in Musicologia, gironzola per le strade di Berlino ormai da qualche anno. L’unico modo che ha trovato per combattere l’astinenza dal sole è fare scorpacciate di concerti.

Leave a Reply