Arte e digitale: a Berlino la mostra della collezionista 41enne Julia Stoschek

Arriva una nuova ventata d’aria fresca per il mondo dell’arte a Berlino. Dal 2 giugno, infatti, Julia Stoschek, collezionista tedesca e membro del KW Institute for Contemporary Art di Berlino, espone la sua collezione di opere legate al digitale, conservate a Düsseldorf. Video, installazioni e fotografie di numerosi artisti internazionali che raccontano la realtà digitale contemporanea.

533009_422968907727252_1263160937_n
© Julia Stoschek

L’esibizione. L’esibizione berlinese si tiene dal 2 giugno al 18 settembre, in parallelo alla nona Biennale. Come ha dichiarato la Stoschek, l’esibizione è dedicata alle «influenze e ai cambiamenti che la digitalizzazione ha avuto sulla nostra realtà sociale, sull’identità e l’ambiente». La mostra ospita lavori di artisti come Ed Atkins, Ian Cheng, Juliana Huxtable, Jon Rafman and Hito Steyerl. L’allestimento del museo è affidato all’agenzia di architettura di Berlino June 14, e la collezione privata è situata in un ex centro culturale ceco a Mitte.

La collezionista. Nata a Coburg nel 1975, Julia Stoschek è una collezionista d’arte contemporanea. Dopo una laurea in Economia aziendale, ha iniziato a lavorare nel campo manageriale dell’arte. È sua la collezione Julia Stoschek Collection, raccolta d’arte contemporanea fatta di video, installazioni e fotografie. Ha allestito mostre al Gloriahalle di Düsseldorf e al Deichtorhalle di Amburgo e nel 2012 ha ricevuto il Board of Directors dal MoMa di New York.

Julia Stoschek Collection – Welt am Draht

Quando: dal 2 giugno al 18 settembre

Orari: dal giovedì alla domenica dalle 14:00 alle 20:00

Dove: Leipziger Straße 60

Entrata: 5 euro

Sito internet

Banner Scuola Giugno Schule

Foto di copertina © Julia Stoschek Collection

Leave a Reply