A Berlino un concerto indimenticabile: al pianoforte Maurizio Pollini

La stagione concertistica della Staatskapelle Berlin volge al settimo concerto in abbonamento che, dopo la prima esecuzione di ieri sera al Konzerthaus, sarà questa sera alla Philharmonie. In programma il Concerto per pianoforte e orchestra n.1 di Brahms, opera 15, con Maurizio Pollini quale solista, e il Don Quixote, poema sinfonico di Richard Strauss. Il podio spetta a Daniel Barenboim, direttore musicale della prestigiosa compagine berlinese, che è anche l’orchestra stabile della Staatsoper Unter den Linden.

Programma decisamente allettante con due brani celebri, dei quali il primo solo apparentemente richiede al solista un minore impegno rispetto ad altre composizioni. Chi taccia Brahms di non aver conferito al solista un più spiccato rilievo nell’architettura del brano, omette spesso di ricordare quale sia l’onere che spetta al solista in termini arpeggi, decime spezzate della mano sinistra, tripli trilli e tanto altro. Eseguito per la prima volta nel Konzertsaal dell’Hoftheater di Hannover il 22 gennaio del 1859, è articolato in tre movimenti: Maestoso (nella tonalità di re minore), Adagio (re maggiore) e Rondò, allegro ma non troppo (che riprende la tonalità di apertura di re minore).

Autore del Don Quixote è Richard Strauss il quale, nonostante fosse appena trentatreenne all’epoca della composizione, riesce a compiere una perfetta sintesi tra l’entusiasmo giovanile e la compiutezza dello stile della maturità. La composizione è articolata in dieci variazioni precedute da una meravigliosa introduzione e seguite da una conclusione. Ebbene il modo in cui il compositore tedesco riesce a narrare in modo bilanciato tematiche quali, prima fra tutte, l’opposizione tra l’immaginario e la realtà, conciliando partecipazione emotiva ed ironia, è esemplare. La prima esecuzione ebbe luogo per la prima volta al Gurzenichsaal di Köln l’8 Marzo 1898.

Il concerto avrà inizio questa sera alle 20.00 alla Philharmonie, dove è possibile acquistare gli ultimi biglietti disponibili, le Stehplätze (i posti in piedi). Si ricorda a coloro i quali (under30) non avessero ancora sottoscritto la ClassicCard che, a fronte di un costo di soli 15 euro annui, è possibile acquistare i biglietti last minute per i concerti a 8 euro e per le opere a 10 euro (per tutti i settori nei quali vi sia ancora disponibilità).

 

Dove

Philharmonie, Herbert-von-Karajan-Str.1, 10785

Quando

Martedì 6 maggio alle ore 20.00. Biglietteria online con posti da 12 a 59 EUR qui

Perchè si:

Perchè, anche a Berlino, è raro poter assistere all’incontro artistico di due talenti come Daniel Barenboim e Maurizio Pollini.

Valentino Klose

Da sempre dedito allo studio della musica classica e della danza classica, sono il fondatore e CEO di Piccoli Giganti Edizioni (www.pgedizioni.net). Giornalista, critico musicale e aiuto regista d'opera, vivo adesso a Berlino dove collaboro con la Deutsche Oper Berlin, la Staatsoper unter den Linden e, principalmente, con i Berliner Operngruppe.

Leave a Reply