Berlin Wonderland e le foto della Berlino ribelle 1990-1996

Berlin Wonderland

Si intitola Berlin Wonderland, ed è un eccezionale libro di testo e foto pubblicato nel maggio 2014 in Germania grazie lavoro di ricerca fotografica realizzato da Anke Fesel e Chris Keller coadiuvati dall’agenzia bobsairport per la casa editrice Gestaltalten.

Si racconta, sia con un testo (in doppia lingua, inglese e tedesco) che con le immagini. Ecco quindi Berlino dal 1990 al 1996. Quella degli anni immediatamente successivi alla caduta del Muro. «Quando artisti, punk, anarchici, squatters, visionari e gente stravagante scoprirono una terra di nessuno – praticamente una zona senza leggi – nel cuore della città». Ovvero l’ex Berlino Est, in particolare Mitte, Prenzlauer Berg e Friedrichshain. Fu così che nacquero ed ebbero vita una serie infinita di club, bar, feste, gallerie d’arte e tanti altri tipi di eventi e locali, tra cui si distinsero il Tacheles e il Schokoladen.

Il libro

Attraverso più di 200 foto, Berlin Wonderland riesce ad offrire uno spaccato di quegli anni la cui scia del ricordo, è ciò che rende ai giorni nostri la capitale tedesca così affascinante. Tra i fotografi troviamo Ben de Biel, Philipp Recklinghausen, Rolf Zöllner, Hilmar Schmundt, Hilmar Schmundt e Hendrik Rauch. È un piacere sfogliarlo ed immaginare quella Berlino che molti di noi hanno solo sfiorato. Non è tutto. La foto in copertina è esattamente davanti la sede attuale di Berlino Magazine Se voleste comprare Berlin Wonderland, il prezzo è di € 29.90 e, oltre a poterlo trovare in tutte le librerie berlinesi può essere acquistato online.

15219630_939322122867316_1048813033620156316_n

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Tutte le foto di Berlin Wonderland sono realizzate da fotografi della bobsairport e sono © Gestalten 2014

Andrea D'Addio - Direttore

A Berlino dal 2009, nel 2010 ha fondato Berlino Cacio e Pepe prima il blog, dopo il magazine. Collabora anche con Wired, Il Fatto Quotidiano, Repubblica, Io Donna, Tu Style e Panorama scrivendo di politica, economia e cultura, e segue ogni anno da inviato i maggiori festival del cinema di tutto il mondo.

Leave a Reply