Berlino, 35enne gay aggredito a Neukölln da una famiglia

Hermannplatz

Berlino sta diventando una città omofoba?

A quanto pare i casi di omofobia a Berlino non sono così isolati come si pensa: l’ultimo si è verificato venerdì 26 maggio 2017 nel quartiere di Neukölln ai danni di un 35enne. La polizia berlinese, diversamente da quella di molte altre città in Germania, effettua regolari resoconti circa la frequenza di aggressioni omofobe nella capitale tedesca.

La vicenda

L’ultimo caso di omofobia a Berlino si è verificato venerdì 26 maggio 2017 nel quartiere di Neukölln dove un 35enne è stato insultato ed aggredito da quella che sembrava essere una normalissima famiglia a passeggio durante una calda giornata di sole. Stando a ciò che riporta la Deutsche Welle, la famiglia, composta da una donna, un uomo ed un bambino, ha dapprima aggredito l’uomo verbalmente per poi passare alle percosse: il presunto padre di famiglia ha infatti iniziato a prendere a pugni la vittima, che è stata prontamente soccorsa da un passante e trasportata in ospedale dopo l’intervento delle forze dell’ordine. La vittima ha successivamente dichiarato alla polizia che la famiglia aveva iniziato a molestarlo nei paraggi di Hermannplatz per via del suo orientamento sessuale e della catenina con un ciondolo a forma di croce che portava al collo. La polizia è sulle tracce degli aggressori, che la vittima ha descritto come una vera e propria famiglia e di cui ha fornito un identikit piuttosto dettagliato.

Casi di omofobia a Berlino

Solo nell’ultimo mese la polizia berlinese ha registrato ben 9 casi di violenza a danno di persone omosessuali, episodi che si stanno intensificando esponenzialmente anche in una città nota per la sua tolleranza come Berlino. Secondo Maneo, gruppo impegnato contro la violenza omofoba, nel 2016 si sono verificati ben 291 casi di aggressioni omofobe a Berlino, un aumento del 16% rispetto all’anno precedente. La polizia locale invece ha registrato 162 casi. Questo perché molte persone, spesso per vergogna, non denunciano i casi alle autorità.

Altri casi recenti

A metà maggio un 19enne omosessuale è stato picchiato da un gruppo di ragazzi ad Alexanderplatz. La polizia ha successivamente arrestato un 17enne ed un 18enne. Lo scorso 14 maggio Stefan Unterweger, ragazzo italiano di 34 anni originario di Bolzano, è stato picchiato a morte al Volkspark Friedrichshain: non sono ancora state chiarite le ragioni dell’omicidio, ma si teme un’aggressione omofoba. Il giorno precedente un gruppo di uomini è stato attaccato prima verbalmente con insulti omofobi, poi aggredito nel quartiere di Schöneberg. Lo scorso dicembre tre ragazzi sono stati aggrediti sulla linea metro U8 da un gruppo di quattro uomini i quali hanno chiesto loro perché fossero gay. La polizia ha successivamente arrestato un 17enne. Questi sono solo alcuni dei casi verificatisi negli ultimi mesi e riportati dalla polizia.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Lienhard Schulz CC BY-SA 3.0

Iole Basello

Amo viaggiare, amo i cambiamenti, amo l'evoluzione. Mi stufo e mi annoio in fretta. Amo Berlino, ma amo anche il posto in cui sono nata e cresciuta. Dopo la prima esperienza all'estero mi risulta difficile rimanere ancorata alle mie origini per lunghi periodi e Berlino è per me una sorta di calamita. Una sorta di evasione dal mondo reale.

Leave a Reply