Berlino, abuso sessuale su un treno della S-Bahn

Un altro episodio di violenza sui mezzi di trasporto pubblico a Berlino. Il fatto si è verificato lo scorso venerdì sera sulla linea 46 della S-Bahn. Come riportato da Berliner Zeitung, B.Z. e Berliner Morgenpost e confermato dalla polizia federale, un ragazzo di 16 anni ha aggredito e abusato di una donna 33enne che si trovava sul suo stesso vagone poco prima delle 22:00. «Non è ancora chiaro se si sia trattato di violenza o di molestie sessuali» ha dichiarato Jens Schobranski, portavoce della polizia. Al fine di tutelare la vittima, l’accaduto è stato divulgato soltanto ieri dalle forze dell’ordine.

Non è ancora noto se a lanciare l’allarme azionando il freno d’emergenza presente nel vagone sia stata inizialmente proprio la vittima oppure un dipendente delle ferrovie accortosi delle molestie in atto. Fatto sta che il treno in questione si è arrestato all’altezza della stazione di Eichwalde (sud-est di Berlino), da dove il capotreno della S46 attorno alle 21:45 ha inoltrato una richiesta di soccorso, denunciando un episodio di violenza sessuale sulla tratta Berlin-Grünau–Zeuthen.

Il macchinista, intervenuto insieme ad altri passeggeri per soccorrere la donna, è stato aggredito dal sedicenne in fuga, riportando gravi lesioni. Il giovane aggressore ha poi tentato di scappare attraverso i binari, per poi venire fermato dalla polizia nel centro di Eichwalde. Soltanto uno sparo di avvertimento ha convinto il responsabile a consegnarsi alle forze dell’ordine.

Il sedicenne in questione era già noto alle autorità per lesioni corporali e spaccio di droga. La polizia ha dichiarato che al momento del fermo il ragazzo si trovava sotto l’effetto dell’alcol. Dopo l’arresto il ragazzo è stato trasferito in una struttura della giustizia minorile. La vittima degli abusi e il macchinista ferito sono stati trasportati immediatamente in ospedale.

Foto di copertina © stachelbeer CC BY-SA 2.0

Leave a Reply