Berlino celebra il cinema sardo con il Sardisches Filmfestival Berlin

Sardisches Filmfestival Berlin

A Berlino sta per arrivare il Sardisches Filmfestival Berlin, un evento di quattro giorni per ammirare le opere dei migliori registi sardi.

Dal 1 al 4 giugno 2017 presso il Kino BABYLON, nel quartiere Mitte di Berlino, avrà vita il Sardisches Filmfestival Berlin. La kermesse sarà dedicata ai lavori dei registi sardi. Saranno presentati sette film tra gli ultimi capolavori proposti dalla cinematografia sarda. Si tratta di opere già proiettate in alcuni dei festival più prestigiosi al mondo, ma in alcuni casi ancora inediti a Berlino.

Cos’è il Sardisches Filmfestival Berlin?

Il Sardisches Filmfestival Berlin è ideato e organizzato dalla società di comunicazione Berlin Italian Communication – Berlino Magazine insieme a Mara Martinoli con il sostegno della Sardegna Film Commission e del Circolo Sardo di Berlino (Sardisches Kulturzentrum Berlin). I direttori artistici del Festival sono Andrea D’Addio e Mara Martinoli. Il Circolo Sardo di Berlino è un’associazione nata nel 1999 e riconosciuta dalla Regione Autonoma della Sardegna. Dalla sua nascita si è distinta per l’impegno costante nella promozione di attività con lo scopo di far conoscere la cultura sarda nei suoi vari aspetti nella capitale tedesca. Oltre ad esposizioni e manifestazioni musicali, l’associazione organizza conferenze, dibattiti, proiezioni, corsi di lingua e di cucina, nonché viaggi in Sardegna. Lo scopo dell’associazione è quello di promuovere visioni artistiche originali della regione Sardegna. Il cinema viene visto come il modo ideale per rinnovare e rafforzare il dialogo tra le culture, quella sarda e quella tedesca. Il festival non si concentrerà infatti solo sulle proiezioni, ma offrirà una possibilità d’incontro con i registi. Ci saranno dibatti che analizzeranno non solo i film, ma anche il contesto in cui avviene la creazione e la realizzazione dei lungometraggi. Il Sardisches Filmfestival Berlin si pone come tramite per favorire quelle pellicole che, per il loro carattere territoriale, difficilmente troverebbero diffusione attraverso i normali canali di distribuzione cinematografica oltre il territorio italiano. Il festival mira a proiettare tutti quei film d’autore ancora inediti in Germania per mostrare al pubblico un nuovo modo di fare cinema, audace e avvincente allo stesso tempo. Tutti i film saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in inglese oppure in tedesco.

I film del Sardisches Filmfestival Berlin

Sono sette e provengono da ogni parte della Sardegna. Ecco tutti i film nel dettaglio:

– Heroes – Celebrating Sardegna, the sustainable endless Island: selezione di corti realizzata da vari registi della Sardegna. Un progetto presentato dalla Sardegna Film Commission.

Nuraghes S’arena (2017): corto di Mauro Aragoni che racconta di un’antica civiltà realmente esistita in Sardegna.

Bellas Mariposas (2012): di Salvatore Mereu, ispirato all’omonimo romanzo di Sergio Atzeni. Il film è stato presentato alla 69ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e al Bari International Film Festival vincendo diversi premi. Il lungometraggio affronta il tema del degrado delle periferie e del disagio di adolescenti senza prospettive e senza l’appoggio della famiglia.

Capo e Croce – Le ragioni dei pastori (2013): di Paolo Carboni e Marco Antonio Pani. Film in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma, racconta della protesta messa in atto dai pastori sardi nel giugno 2010 per ottenere dignità e un giusto prezzo per il loro prodotto principale: il latte.

–  Le favole iniziano a Cabras (2015): di Raffaello Fusaro. Il film racconta la terra di Sardegna attraverso il pensiero e l’arte di Gaetano Mura, Paolo Fresu, Lidia Murgia, Gavino Marras, le pietre sonore di Sciola e le stoffe di Marras. Il documentario è stato presentato al Byron Bay International Film Festival.

Perfidia (2015): di Bonifacio Angius. il film è stato presentato al Festival di Locarno. La storia è incentrata su un ragazzo mai cresciuto e sul suo lato oscuro.

La Stoffa dei Sogni (2016): di Gianfranco Cabiddu. Il film si rifà all’opera teatrale L’arte della commedia di Eduardo De Filippo, che non è altro che la traduzione in napoletano de La tempesta di Shakespeare. Il film ha vinto il David di Donatello nel 2017 come miglior sceneggiatura adattata.

Il programma del Sardisches Filmfestival Berlin

Giovedì 1 giugno 2017

ore 20.00 Heroes – Celebrating Sardegna, the sustainable endless Island

a seguire Nuraghes S´arena.

Venerdì 2 giugno 2017

ore 19.15 Bellas Mariposas

ore 21.15 Capo e Croce – Le ragioni dei pastori

Sabato 3 giugno 2017

ore 19.30 Le favole iniziano a Cabras

ore 21.30 Perfidia

Domenica 4 giugno 2017 (CinemAperitivo)

ore 16.00 La stoffa dei sogni

Sardisches Filmfestival Berlin

Dal 1 al 4 giugno 2017

presso Babylon

Rosa Luxemburg-Strasse 30, 10178 Berlino

Evento Facebook

Biglietti (acquistabili alla cassa del cinema Babylon oppure online): 7€ nelle sale Kino 2/3 – 9€ nella sala Kino 1; abbonamento 25€ (non comprende la proiezione della domenica di La stoffa dei sogni – 9€)

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto copertina: © Evento Facebook

Leave a Reply