Berlino chiude i voli verso Bruxelles. Il governo tedesco: «È attacco all’UE»

A Bruxelles la giornata di martedì 22 marzo si è aperta verso le ore 8 con ben due esplosioni nell’area partenze dell’aeroporto di Zaventem e una terza tra le stazioni della metropolitana di Maelbeek e Schuman, nel cuore del quartiere europeo. Il numero di vittime è ancora da accertare e sale di minuto in minuto: come riporta Die Welt, secondo la procura le esplosioni all’aeroporto hanno provocato 11 morti e 81 feriti; STIB, l’azienda che gestisce la metropolitana di Bruxelles, riferisce di 15 morti e 55 feriti nell’attacco ai mezzi pubblici. Zeit Online parla di almeno 28 morti in totale, ma la procura puntualizza che i numeri sono ancora provvisori.

Le autorità di Bruxelles pensano si sia trattato di attacchi terroristici. La procura belga ha immediatamente adottato misure anti-terrorismo. Il traffico aereo e dei mezzi pubblici di Bruxelles è paralizzato, l’università è stata completamente evacuata. Anche la Germania ha aumentato i controlli alle frontiere e negli aeroporti. Come riferiscono Berliner Morgenpost e Berliner Zeitung, per il momento dagli aeroporti berlinesi di Tegel e Schönefeld non partiranno voli per Bruxelles. Su un’eventuale intensificazione delle misure di sicurezza negli aeroporti berlinesi la polizia federale non si è ancora pronunciata. Il Ministro degli interni De Maizière ha dichiarato: «l’attacco terroristico a Bruxelles è un attacco all’Unione Europea. È necessario condurre una battaglia dura e decisa per sconfiggerlo. Anche in Germania sono state adottate ulteriori misure di sicurezza per far fronte a questo pericolo.»

Le reazioni della stampa tedesca alla strage

12443322_10209701267715587_1642336690_o
Die Welt, Tanti morti dopo le esplosioni in aeroporto e nella metropolitana
Schermata 2016-03-22 alle 13.02.07
Spiegel Online, Il terrore colpisce il centro del potere dell’UE
Schermata 2016-03-22 alle 13.04.51
Zeit Online, “Temevamo un attacco terroristico e c’è stato”
Schermata 2016-03-22 alle 12.20.06
Die Welt, La Germania intensifica i controlli alle frontiere e negli aeroporti
Schermata 2016-03-22 alle 12.51.21
Berliner Morgenpost, Maggiori controlli negli aeroporti di Berlino

 

Foto di copertina © Jérôme

Gloria Reményi

Italiana per parte di mamma, ungherese per parte di papà, mi piace definirmi 50/50 a tutti gli effetti. Il mio anno di nascita – il 1989 – ha probabilmente deciso il mio destino berlinese. Mi sono trasferita a Berlino nel 2012 per conseguire la laurea magistrale in "Culture dell'Europa centrale e orientale" e ci sono rimasta. Amo la letteratura, da accanita lettrice e aspirante scrittrice.

Leave a Reply