Berlino, il party all’aperto si organizza su Facebook. Ma sulla bacheca scrive la polizia

Dal prossimo weekend a Berlino dovrebbe tornare stabilmente il sole, portando con sè temperature quasi estive. Musica per le orecchie di tutti quelli che non aspettavano altro per precipitarsi di nuovo sul lungo Sprea, in strada, nei parchi, festeggiando il bel tempo e il fine settimana con grigliate e feste open air. E proprio un megaparty all’aperto si stava organizzando su Facebook per il pomeriggio di domenica prossima. L’evento Open Air to go #2che al momento conta circa 1500 interessati ed è previsto per domenica 22 in zona Mauerpark a Prenzlauer Berg, ha attirato però l’attenzione anche di un ospite imprevisto: la polizia di Berlino.

Polizei
Photo © Facebook

Il messaggio della polizia. Con il suo account Facebook, la polizia di Berlino ha lasciato sulla bacheca dell’evento un messaggio dai toni, a dire il vero, piuttosto gentili e concilianti, ma comunque perentorio: «Cari amici del party, troviamo fantastico che stiate organizzando una festa all’aperto. Per un allestimento professionale, però, è necessario che l’evento venga autorizzato. Supponiamo che gli organizzatori abbiano già pensato a mettersi in contatto con l’Ente per la protezione della natura e delle aree verdi ( Naturschutz- und Grünflachenamt). In caso contrario, purtroppo, saremo costretti a sciogliere la manifestazione. La vostra Polizei Berlin».

Reazioni contrastanti. ll messaggio, che ha ricevuto più di 2500 mi piace ed è diventato velocemente virale su Facebook, ha suscitato reazioni contrastanti. Alcuni utenti hanno commentato a metà strada tra il divertito per l’inusuale interazione e il deluso per il party che rischia di saltare. Keks Berlin, ad esempio, è lapidario: «Quando la polizia ti distrugge il party fin dall’inizio». Qualcun altro, come Thore Rehbach, fa notare alla polizia i suoi intenti un po’ donchisciotteschi: «Cara polizia, sicuramente eravate mossi dalle migliori intenzioni, ma siete mai stati ultimamente al Mauerpark in una domenica di sole? Come pretendete di trovare proprio questa festa tra i triliardi di party non autorizzati che ci saranno?». Ci sono anche voci più critiche, che fanno notare come la polizia potrebbe dedicarsi a criminali e faccende più urgenti, invece di rovinare la festa a chi si vuole divertire. Ma c’è anche chi invece, come Lars van Core, considerati i toni del messaggio, difende la polizia: «Chi non sa apprezzare la polizia di Berlino dovrebbe andarsene un po’ a Baghdad, o semplicemente a Stoccarda o Monaco».

La risposta degli organizzatori. Dopo qualche ora, si fa vivo anche Uwe, uno  degli organizzatori di Open air to go, con un messaggio piuttosto sibillino: «Cara polizia di Berlino, chiaramente abbiamo tentato di registrare la nostra manifestazione. Ma purtroppo non è stato possibile perchè “non è di alcun interesse pubblico”. Se è così, com’è che però avete trovato l’evento? E da dove arriva il vostro improvviso interesse?».

HEADER-SCUOLA-DI-TEDESCO

Foto di copertina © Loozrboy

Leave a Reply