Berlino, psicosi attentato. Evacuata per alcuni minuti la stazione di Ostbahnhof.

Berlino, intorno alle 16.00 di oggi, venerdì 5 febbraio 2016, la stazione di Ostbahnhof è stata evacuata dalla polizia a causa di un pacco sospetto trovato all’interno dell’edificio. A renderlo pubblico via twitter, è stata la BVG, l’azienda di trasporti pubblici berlinesi. Come riporta la Berliner Zeitung, pochi minuti dopo la stazione è stata riaperta al pubblico. Il pacco era innocuo.

Schermata 02-2457424 alle 16.57.35Berlino e la psicosi attentato. Che i servizi segreti tedeschi siano in stato d’allerta è chiaro. La retata di ieri, con 450 poliziotti impegnati nella perlustrazione di quattro abitazioni e due imprese tedesche ha dimostrato che la Germania è sicuramente uno dei territori sotto osservazione da parte degli islamisti, non è ancora dato sapere se lo sia come nascondiglio o come possibile sede di un attentato. La polizia lascia emergere poco, proprio oggi noi di Berlino Magazine avevamo concordato un’intervista con il portavoce della polizia di Berlino, annullata poche ore prima dell’incontro a causa degli eventi di ieri. Già durante gli episodi di capodanno di Colonia e Amburgo, polizia e governo Merkel si erano più volte contraddetti a vicenda tra chi sosteneva che fosse un piano premeditato e organizzato e chi parlava di semplice casualità. La sensazione dall’esterno è che le informazioni che arrivano ai cittadini siano filtrate in base alle possibili conseguenze e in attesa di avere più chiaro il quadro della situazione.

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Photo © Sascha Kohlmann – Ostbahnhof – CC BY SA 2.0

Related Posts

  • In Germania l'allarme terrorismo cresce. La giornata di giovedì 4 febbraio 2016 si è aperta con una retata, contemporaneamente a Berlino, nelle regioni di Nordrhein Westfalen e Niedersachsen, in cui circa 450 poliziotti e forze speciali hanno perquisito 4 abitazioni e 2 imprese per sventare un sospetto attentato terroristico di matrice…
  • La complessità del quadro siriano e del pericolo di IS per l’Europa ha costretto il governo di Berlino ad abbandonare la dottrina del non-intervento e decidere d’intervenire militarmente in Siria, una svolta nella storia della recente politica estera tedesca. Angela Merkel desidera così dare alla Germania un nuovo ruolo internazionale,…
  • Ieri all’alba a Berlino i corpi speciali della polizia hanno fatto irruzione in una moschea e in diversi appartamenti vicini per arrestare estremisti islamici intenti a reclutare nuovi affiliati tra le fila dei rifugiati siriani. I raid delle forze di polizia sono stati compiuti contro sospetti “reclutatori” dell’ISIL (Stato Islamico dell’Iraq…
  • Alia Foschi, ha 22 anni ed è arrivata da poco a Berlino per uno stage presso l'università Humboldt. A giugno scorso si è laureata all'università degli studi La Sapienza di Roma: mediazione culturale, curriculum in inglese e tedesco. Anche lei è un'italiana a Berlino e nelle ultime settimane ha deciso di prolungare la sua…
  • L'attentato di Parigi alla redazione della rivista Charlie Hebdo ha scioccato il mondo. Le notizie in arrivo in queste ore dalla Francia raccontano di un paese piombato nel terrore. Sentiamo quindi l'urgenza di confrontarci sulle conseguenze sociopolitiche di eventi che trascinano con sé, oltre all'enorme dramma costituito dalla ingiusta ed…

Andrea D'Addio - Direttore

A Berlino dal 2009, nel 2010 ha fondato Berlino Cacio e Pepe prima il blog, dopo il magazine. Collabora anche con Wired, Il Fatto Quotidiano, Repubblica, Io Donna, Tu Style e Panorama scrivendo di politica, economia e cultura, e segue ogni anno da inviato i maggiori festival del cinema di tutto il mondo.

Leave a Reply