Bud Spencer, Di Caprio, Michael Fassbender: 15 celebrità che non ti aspetti, ma che parlano tedesco

Vero, attrici, attori e cantanti hanno senza dubbio un talento innato quando si tratta di riconoscimento e riproduzione del suono, ma il tedesco rimane una lingua a cui pochi, almeno nelle generazioni passate, si dedicavano se non per ragioni di lavoro. Quella che segue è una lista (parzialmente ispirata a quella di Smosh) di celebrità statunitensi e non solo, che sanno parlare abbastanza bene il tedesco come i video dimostrano.

Bud Spencer

L’attore di Napoli (ma vissuto poi a Roma) è stata una vera star in Germania così come il collega Terrence Hill. La sua autobiografia qualche anno fa ha raggiunto la cima delle classifiche di vendita. Tutti i suoi film venivano distribuiti nei cinema e negli anni ’70 non mancarono le sue incursioni promozionali sulle tv tedesche. Aveva studiato tedesco a scuola in Italia e non mancò mai di dimostrarlo come potete vedere nel video qui sotto.

Sandra Bullock

L’attrice premio Oscar per The Blind Side e per alcuni anni la più pagata al mondo, è figlia di un’insegnante di canto tedesca a sua volta figlia di uno scienziato missilistico di base a Norimberga. Fu proprio in Baviera che il padre, l’americano John Bullock all’epoca impiegato dell’esercito statunitense, si incontrarono e iniziarono la loro storia d’amore poi proseguita tra States e Germania. Nonostante sia nata ad Arlington, Sandra Bullock ha infatti vissuto fino a 12 anni a Norimberga.

Chris Pratt

La stella di I guardiani della galassia ha imparato (bene) il tedesco a scuola. Il padre, americano, ha origini tedesche, ma non solo: come lui stesso ha ammesso in passato, la sua fu, da giovane, una vera passione per la lingua di Goethe.

Leonardo Di Caprio

Da una parte, come dimostra il cognome, le origini italiane. Dall’altra, quella materna, i nonni tedeschi. È stata la nonna, di un paesino vicino a Düsseldrof a insegnare al Premio Oscar quel po’ di tedesco che ogni tanto usa per fare sorridere il suo pubblico tedesco.

Mark Strong

Uno dei più grandi “supporting actor” di quest’epoca, il bravissimo Mark Strong, ha la mamma austriaca, ma non solo. Ha studiato legge all’università di Monaco per un anno prima di dedicarsi completamente alla recitazione, sua grande passione fin dall’infanzia.

Kirsten Dunst

L’attrice americana ha tuttora la cittadinanza tedesca. Il padre infatti era un medico di Amburgo trasferitosi negli States, la madre (d’origini svedesi) lavorava invece per la Lufthansa. Il tedesco, insomma, era – ed è tuttora – di casa.

Paul McCartney

McCartney imparò il tedesco a scuola, da bambino. Gli fu utile soprattutto quando la band, all’epoca sconosciuta, fece di Amburgo la propria base continentale, venendoci a suonare ad ogni occasione possibile. La prima nel 1960 quando, come riporta viaggio in germania, “Allan Williams, proprietario di un caffè con musica a Liverpool, doveva organizzare un tour in Germania di “Derry and the Seniors”, un complesso rock di Liverpool. Ma le cose andarono storte e Williams fu costretto a cercare in brevissimo tempo un’altra band come sostituzione. Chiese ai Beatles, all’epoca ancora perfettamente sconosciuti, che accettarono subito”. Ne parla anche la Bild qui.

Terrence Hill

Differentemente da Bud Spencer, Terrence Hill (ovvero Mario Girotti) parla tedesco non tanto, o meglio, non solo per averlo studiato, ma perché sua madre era originaria di Dresda. Proprio lì, assieme al padre chimico impiegato presso la Schering, si trasferì a quattro anni nel 1943, in piena seconda guerra mondial. Visse fino al 1945 con i nonni materni nella vicina Lommatzsch, prima di rientrare a Venezia, città natale del padre.

Gene Simmons (Kiss)

Il cantante dei Kiss è nato in Israele (il suo vero nome è Chaim Witz). Sua madre, ebrea ungherese, aveva vissuto il dramma dei campi di concentramento. Parlava tedesco e lo insegnò, nonostante tutto al figlio che, oggigiorno, parla quindi ebraico, ungherese, tedesco e, logicamente, inglese.

Vladimir Putin

Da uomo del KGB a Dresda, Germania dell’est, sia prima che dopo la caduta del muro, Putin non poteva non conoscere (e bene) il tedesco…

Michael Fassbender

In Germania c’è nato, ad Heidelberg per essere precisi, anche se ha sempre mantenuto la nazionalità irlandese. In Bastardi senza gloria quella lingua imparata grazie alle origini del padre (conosciuto chef tedesco) gli ha permesso di convincere Tarantino ad affidargli un ruolo dimostratosi trampolino di lancio di una carriera ora ai vertici del cinema mondiale.

Kim Cattrall

La star di Sex and the city, nonostante una carriera ben avviata nei paesi di lingua angolosassone, egli anni ’80, quando era sposata ad Andre J.Lyson (divorziarono nel 1989) visse a Francoforte.

Karl Urban

La star di Il signore degli Anelli (ricordate Éomer?) e di Star Trek, è nato e cresciuto in Nuova Zelanda, ma il padre è tedesco e gli ha sempre parlato nella propria lingua.

Sarah Chalke

Chiunque abbia visto Scrubs lo sa bene: Sarah Chalke parla benissimo il tedesco. E la serie ha più volte insistito su questa sua qualità costruendoci diversi siparietti divertenti. I nonni materni dell’attrice risiedono tuttora a Peez, vicino a Rostock.

Donna Summer

La cantante americana deceduta nel 2012 aveva vissuto a lungo in Germania a cavallo degli anni ’70. Ancora sconosciuta vi si era trasferita brevemente per diventare la protagonista della versione teatrale di Hair in Germania. Lì incontrò l’austriaco Helmut Sommer con cui ebbe una figlia. Prese il cognome del marito, lo stesso con cui oggigiorno la conosiamo (il suo vero è  Gaines).

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

 © PROGage Skidmore CC BY SA 2.0

Related Posts

  • Durante la sua carriera a Brad Pitt sono stati attribuiti molti appellativi, ma di certo gli mancava quello di “promotore della lingua tedesca”. L’attore, che quando non è impegnato col grande schermo rivolge le sue attenzioni ad azioni umanitarie, facendo da spalla a sua moglie Angelina Jolie nota attivista della UNHCR,…
  • Viaggio nel Female Fightclub Berlin, dove Anna Konda e le sue lottatrici liberano gli uomini dall'obbligo di essere il sesso forte «Prima regola del Fight Club: non si parla mai del Fight Club». Cominciava così il decalogo di Tyler Durden-Brad Pitt in uno dei film cult degli anni ’90. Se…
  • Per quanto Bastardi senza gloria abbia all'epoca suscitato molte polemiche sul vero destino degli ebrei e sulla loro impossibilità di reagire ai Nazisti, la scena esilarante e grottesca di Brad Pitt che mangia un panino mentre l'Orso ebreo massacra con una mazza da baseball il nazista in uniforme, è una scena…
  • Scrittori, cantanti, pittori, ogni genere di artista ne ha parlato, scritto, fissato in forme sempre diverse e originali. Stiamo parlando dell'amore, una delle tematiche più care al genere umano e una delle esperienze più sconvolgenti che ognuno di noi si trova a vivere. All'amore è dedicata la mostra "Love", che…

Leave a Reply