Campionato amatoriale di torte Berlino Magazine, ecco i vincitori e la (ghiotta) photogallery

Avevamo promesso un’atmosfera allegra e familiare da domenica italiana, e così è stato. Golosi di ogni età accorsi al ristorante The Winery, bimbi impazienti di assaggiare, vin brulè, tante risate e nuove amicizie italo-tedesche. É stato tutto questo il primo campionato amatoriale di torte organizzato da Berlino Magazine il 6 dicembre. Un tripudio di gola e buonumore in cui, a farla da padrone, sono state le splendide composizioni dei 15 concorrenti: crostate, zeppole, millefoglie, sacher, bignè, tiramisù, muffin, cheesecake, Mohnkuchen (dolce tipico tedesco ai semi di papavero) e tante torte di ogni fattura e per tutti i gusti.

L’evento voleva offrire l’occasione a tutti gli appassionati di pasticceria – non solo professionisti del settore, dunque – di mettere in mostra la propria abilità, sfidare giocosamente gli altri concorrenti e deliziare il pubblico con le proprie creazioni. A testare la bravura dei partecipanti e decretare i due vincitori ci ha pensato una impeccabile giuria di qualità, composta dagli chef Stefania Impagliazzo del ristorante Jamme Ja, Francesco Righi Bozzuto del ristorante Bosco e dal giornalista eno-gastronomico Paco Romito di Berlino Magazine. Ma l’ultima parola, come nella migliore delle tradizioni, è spettata naturalmente alla giuria popolare che, dopo aver fatto man bassa dei dolci in gara, ha espresso il suo insindacabile voto su apposite schede. In premio non solo le coppe e la gloria, ma anche una cena per due da The Winery e pregiate bottiglie di vino.

Ps: Per chi ama i dolci, domenica 13 marzo dalle 15.00 in poi avrà vita il primo campionato di tiramisù Berlino Magazine. Trovate tutte le info per iscriversi cliccando qui

_DSC6729
I tre componenti della giuria di qualità (da sinistra, Paco Romito, Francesco Righi Bozzuto e Stefania Impagliazzo) insieme al direttore di Berlino Magazine, Andrea D’Addio, al momento del verdetto
_DSC6696
Le coppe della gloria

 

Ebbene, dopo attento scrutinio, il verdetto del pubblico è stato quasi plebiscitario, decretando la vittoria di Giulio Silveri, pasticciere romano titolare di Kuchen von Gaia che ha deliziato tutti con i suoi celestiali bignè alla vaniglia e all’arancia e cannella. Sul podio si sono piazzati anche Sabrina, con delle ottime zeppole di patate alla crema pasticciera e amarena, e il duo composto da Ivana e Simona, fattosi apprezzare per una cheesecake ai frutti di bosco e dei muffin al cioccolato. Al quarto e quinto posto posto si sono difesi benissimo il simpatico Klaus, con la sua torta limone e cioccolato, e Nicolas, autore di un’interessante torta noci, ricotta e agrumi.

Il premio della giuria di qualità è andato invece ad Alessia Carrozzo, giovane pasticciera leccese, e alla sua straordinaria pasta sfoglia con nocciola e pistacchio. La piazza d’onore l’ha conquistata Giulio, i cui bignè sono evidentemente entrati anche nel cuore degli esperti, mentre la terza posizione se l’è assicurata l’ottimo Klaus, che ha fatto sfoggio nell’occasione anche di un eccellente italiano.

_DSC6736a
Alessia, vincitrice del premio della giuria
_DSC6757a
Giulio, vincitore del premio del pubblico

 

Una domenica pomeriggio di tardo autunno davvero da incorniciare, insomma. E da ripetere, per tutti quelli che non hanno potuto esserci e godere delle prelibatezze che vi proponiamo in questa ricca photogallery.

Photo © Linda Paggi

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

 

Related Posts

  • Mimosa, sacher, millefoglie, tiramisù, brownie... Mettete una pigro pomeriggio di tardo autunno e la voglia di quell'atmosfera familiare da domenica italiana. Aggiungeteci la possibilità di assaggiare tanti dolci, preparati dalle sapienti mani di pasticcieri o aspiranti tali, magari accompagnandoli con le eccellenti bevande del ristorante The WInery: avrete così il…
  • Berlino a dicembre è piena di magia: mercatini di Natale, caffè brulicanti di persone in cerca di tepore, gallerie, teatri e club nel pieno della loro stagione artistica. Insomma, ci sono tanti buoni motivi per non restarsene a casa e godersi gli ultimi sprazzi di questo 2015 ormai agli sgoccioli.…
  • Vino e cibo: abbinamento scontato, soprattutto per noi italiani, lo è un po' meno se, vivendo a Berlino, parliamo di buon vino e buon cibo e di come i due termini vadano più o meno d'accordo a seconda dell'accostamento. E allora ecco il Merlot per accompagnare una melanzana alla parmigiana, un…
  • Chi sceglie Berlino come città in cui vivere sà già che dovrà scendere a compromessi: una metropoli fantastica, in cambio di un clima freddo, piovoso e incredibilmente mutevole. Alla fine e' un po' anche questo il fascino dell'Europa del Nord, quel  misterioso grigio che avvolge ogni interstizio della città in una…
  • Una delle cose che colpiscono di Berlino e della Germania in generale è la sua trasparenza nella gestione della cosa pubblica. All'interno di questo approccio rientrano anche le mense delle istituzioni, accessibili a tutti e non solo ai dipendenti che vi lavorano. Tra le tante che si possono trovare a…

Leave a Reply