Come Hitler reagì al bacio rubato di un’americana nel 1936

american woman kisses hitler

Un raro video mostra come una turista americana in visita in Europa tenti di baciare Adolf Hitler alle Olimpiadi del 1936 a Berlino.

Undicesima edizione delle Olimpiadi, Berlino. Correva l’anno 1936. La gara maschile di nuoto dei 1500 metri stile libero sta per concludersi, l’euforia è alle stelle. Una donna con un grande cappello, Carla de Vies, tenta più e più volte di fotografare Adolf Hitler, presente ad osservare le gare olimpiche. Le guardie tentano di impedire che la cittadina americana si avvicini troppo. Ma la protagonista di questa avventura supera il cordone e riesce a stringergli la mano. Non soddisfatta, la donna si appoggia e scocca un bacio sulla guancia dell’uomo a capo della Germania. La platea è divertita e applaude sonoramente. Lo stesso Hitler appare gioioso e predisposto ad accettare questo gesto di affetto da parte di una sconosciuta.

Così si espresse Carla de Vies, quando un giornalista le chiese il perché del gesto: «Perché? L’ho abbracciato semplicemente perché appariva così cordiale e grazioso. Le persone sedute vicino al Führer cominciarono a tifare e applaudire così forte che corsi da mio marito e gli dissi che avremmo dovuto andarcene. Non so perché l’ho fatto. Certamente non avevo programmato una cosa del genere. Sono solo una donna che segue gli impulsi, immagino. È successo quando mi sono avvicinata per fare una foto di Hitler con la mia piccola videocamera. Hitler era piegato in avanti, sorrideva e sembrava così cordiale che mi avvicinai e chiesi il suo autografo, che lui scrisse sul mio biglietto della gara di nuoto. Ha continuato a sorridere e così l’ho baciato».

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: © Youtube

Related Posts

  • È un video realizzato dalla propaganda nazista e, come tale, esaltata è la magnificenza della città, ma è senza dubbio interessante il video recentemente restaurato da Chronos sulla Berlino del 1936, prima dell'Anschluss dell'Austria e dell'invasione della Polonia. Alexanderplatz, con la circolazione delle auto e il giardino in mezzo, è…
  • C'è anche un quadro di Adolf Hitler tra le 200 opere esposte nel Museo di Salò nell'ambito della mostra Museo della Follia. Da Goya a Bacon. La mostra ospitata dal Museo di Salò (Brescia) e curata da Vittorio Sgarbi porta in Italia un quadro del dittatore tedesco Adolf Hitler. Mai…
  • Nel famoso bunker dove Hitler ha trascorso gli ultimi giorni insieme alla moglie Eva Braun sono stati rinvenuti non soltanto i cadaveri dei due coniugi, ma anche un interessantissimo album di foto private. Al termine della seconda guerra mondiale un fotografo britannico ha rinvenuto e in seguito conservato un album…
  • Un'atlante digitale che raccoglie i luoghi imperdibili di Berlino, fornendone un'accurata review e preziose informazioni a cui si può accedere dal proprio smartphone in combinazione con Google Maps: è Atlas of Berlin, il progetto di un giovane architetto triestino, Daniele Ronca. Il progetto. Appassionato di storia dell'architettura e fotografia, Daniele ha creato una…
  • I protagonisti del nazismo tedesco, Adolf Hitler, Joseph Goebbels, Heinrich Himmler, Hermann Goering ed Eva Braun, presentati come i personaggi della serie tv Friends, con tanto di sigla, fotogrammi delle loro espressioni più buffe e azzeccato font per le scritte. L'idea è venuta al canale umoristico youtube in lingua spagnola…

Corinne Santucci

Nata nel 1993, milanese d'origine, ma berlinese di adozione. Amo raccontare storie. Vivo di letteratura e di poesia, ma anche di buon vino (le tre cose sono strettamente correlate). Scrivo per esplorare, per evadere dalla realtà quotidiana. Tranquilli, non scordo mai di dare da mangiare ai pesci.

Leave a Reply