Convegni alle Figi e ai Caraibi, la Germania si indigna per i viaggi di lusso degli europarlamentari

Nel 2015 gli europarlamentari hanno speso 77 milioni di euro in viaggi di lavoro.

È il giornale tedesco Bild a pubblicare lo scoop, rifacendosi a un rapporto del Comitato di controllo del bilancio. «Questa è l’Unione Europea che non ci piace!» scrive Bild, urlando a gran voce la propria indignazione e sottolineando che i soldi spesi dagli europarlamentari in viaggi di lusso provengono dalle tasche dei contribuenti.

Il viaggio più costoso alle Figi

Stando a quanto riporta Bild, il viaggio più costoso intrapreso da 45 europarlamentari si è svolto nel Pacifico meridionale, in particolare alle isole Figi, con pernottamento presso il Grand Pacific Hotel, struttura alberghiera di lusso sul mare in cui una suite costa 1700 € a notte. Il totale della spesa corrisposta per questo viaggio ammonta a 977.584 €, il che significa 10.399,18 € per deputato. Bild segnala la partecipazione di 5 europarlamentari tedeschi alla suddetta trasferta, volta all’incontro con altri parlamentari provenienti da Africa, Caraibi e Pacifico. Stando al protocollo, pare che il convegno sia durato 17 ore e mezza distribuite su tre diversi giorni. I parlamentari negano però di essere stati al mare nel tempo libero. «Siamo obbligati da contratto a intraprendere viaggi del genere» risponde il deputato tedesco Michael Gahler (CDU) agli indignati che puntano il dito contro gli europarlamentari spendaccioni. Il collega Norbert Neuser (SPD) si difende sostenendo che la location per il pernottamento alle Figi era stata scelta dagli organizzatori.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: The Grand Pacific Hotel (Suva) © Matthias Süßen CC BY-SA 3.0

Related Posts

  • Chi parte da un aeroporto per atterrare in un altro Paese, visitarlo e poi tornare in patria, alla domanda «Perché sei andato in quel posto?» vi risponderà con sicurezza. Potrà sostenere che lo ha fatto per lavoro, per staccare dalla propria routine e rilassarsi, per confrontarsi con una differente cultura o…
  • Offerta di lavoro a Berlino Montredo è un negozio online per l’acquisto di orologi di lusso in tutta sicurezza. Lavoriamo giornalmente per realizzare il nostro progetto di diventare il negozio online per la vendita di orologi di lusso più grande e rinomato del mondo. Per raggiungere questo obiettivo stiamo attualmente espandendo il…
  • Siete in procinto di passare una vacanza a Berlino? Vi ci state per trasferire? Già ci vivete, ma ancora non avete chiaro cosa è bene e cosa non è bene fare? Ecco la lista delle 10 cose da non fare a Berlino 10-Non guidare all’italiana. La macchina qui è inutile,…
  • Le piazze, i club, i musei, i mercatini, lo shopping, le gallerie d'arte, le attività da fare e quelle da vedere: la lista definitiva delle cose da fare assolutamente a Berlino.  ----- Berlino. Berlino la fredda, Berlino la pazza, Berlino arrogante, eclettica, multiforme. Un tempo, il suo sindaco Klaus Wowereit la…
  • Una delle cose che maggiormente colpisce noi italiani che arriviamo a Berlino, o almeno una parte di noi, è la grande quantità di cani che girano liberi, senza guinzaglio, quasi fossero essi stessi l'emblema del senso di libertà generale che si respira in questa strana e unica città; ovviamente, questo…

Gloria Reményi

Italiana per parte di mamma, ungherese per parte di papà, mi piace definirmi 50/50 a tutti gli effetti. Il mio anno di nascita – il 1989 – ha probabilmente deciso il mio destino berlinese. Mi sono trasferita a Berlino nel 2012 per conseguire la laurea magistrale in "Culture dell'Europa centrale e orientale" e ci sono rimasta. Amo la letteratura, da accanita lettrice e aspirante scrittrice.

Leave a Reply