Da Revoilution a Ecobubble passando per Coderblock: che belle idee le startup italiane di Smau Berlin 2018

Un viaggio all’interno dell’imprenditoria italiana che cerca sbocchi e collaborazioni in Germania e nel resto del mondo.

Smau è una piattaforma indipendente scelta ogni anno da oltre 50.000 nuovi imprenditori, che in questo modo possono restare aggiornati su temi quali innovazione, tecnologia e digitalizzazione. Smau è nata nel 1964 come fiera italiana per la tecnologia che negli ultimi tre anni si è specializzata nell’aiutare imprese e professionisti a crescere nel mercato globale tanto da avere una puntuale due giorni di fiera anche a Berlino. La terza edizione è avvenuta il 13 e 14 giugno presso sia all’Ambasciata Italiana che a Palazzo Italia. Un’occasione per mettere in contatto più di 40 startup nostrane con l’universo delle imprese tedesche alla ricerca di finanziamenti, incubatori, acceleratori e partnership in generale.

Foto di Smau © All rights reserved

Tanta varietà, ma obiettivi comuni

Come già detto, all’evento SMAU di quest’anno erano presenti oltre 40 startup provenienti dall’Italia. Si va dalle piccole startup appena nate ad aziende più grandi e ormai solide, senza dimenticare le regioni con i propri progetti di innovazione, tra cui Lazio, Campania, Liguria, Sicilia e Trentino. Dall’altra parte invece banche come la Commerzbank, o acceleratori come Porsche Lab, tutti attenti agli sviluppi della cosiddetta industria 4.0. Una molteplicità di rappresentanze unite da obiettivi comuni quali l’impulso all’innovazione, la crescita, la condivisione ma soprattutto l’inserimento nel mercato tedesco con la speranza di replicare il successo di Hevolus, azienda pugliese che, grazie alla collaborazione con il gigante tedesco dell’arredamento artigianale Würth, ha vinto il premio Innovazione a Smau 2017.

bistrattata.

Che cosa hanno in comune molte delle startup italianie presentate a SMAU Berlin 2018

  • il loro modello di business è B2B
  • presentano prodotti sviluppati e finiti, pronti per il mercato internazionale
  • si tratta di aziende già avviate e che hanno già una clientela
  • offrono servizi e soluzioni soprattutto per i seguenti settori: Industria 4.0, realtà aumentata e realtà virtuale, FinTech&InsurTech, fashion&design, smart city e life science.

Alcune delle startup italiane che si sono presentate a SMAU Berlin 2018: Revoilution

Grazie a Revoilution arriva sul mercato italiano ed internazionale un elettrodomestico per produrre olio extra vergine fresco direttamente dalla nostra cucina. Un frantoio in miniatura che ci permette di avere olio fresco in pochi minuti, questa nuova macchinetta ci ricorda un po’ la ormai comune Nespresso. Pensata per l’uso casalingo e per il mondo della ristorazione, Revoilution nasce nel 2014 da un giovane team in Calabria. L’anno seguente l’idea del progetto viene brevettata e vede la sua prima partecipazione all’evento SMAU Milano 2015. Revoilution si lancia verso il mercato estero partecipando all’edizione SMAU di Berlino 2018 con il prodotto ultimato e pronto per la ricerca di partnership. FrescoEVO pensa al mercato estero, specialmente Germania o paesi nordici, come un ottimo trampolino di lancio per il prodotto. Come ci racconta l’amministratore delegato  Antonio Pagliaro:  «Berlino è la prima città europea per innovation e crediamo sia anche una delle prime città, insieme ai paesi nordici, a favorire lo sviluppo per un’alimentazione più sana e corretta. Questi paesi stanno facendo grandi passi avanti dal punto di vista alimentare, basta pensare alla crescita del consumo di alimenti biologici, prodotti sempre più naturali. Allo stesso tempo il consumo di olio extra vergine è ancora sottovalutato e si continua a preferire la calorica panetta di burro. Per questo motivo siamo qui ora, vogliamo incentivare l’utilizzo dell’olio EVO. Diversamente, in Italia, circa il 50% della popolazione ha in casa “l’olio del cugino o dell’amico”. In Italia dunque FrescoEVOsi propone come strumento innovativo per la ristorazione».

Ecobubble

Al fine di ridurre l’inquinamento nelle aree urbane, durante Smau Berlin la startup Ecobubble ha presentato un progetto innovativo che integra natura e tecnologi con un sistema per ridurre a ridurre gli inquinanti atmosferici. In pratica, il team di Ecobubble – i membri sono tutti molto giovani – ha concepito dei giardini urbani caratterizzati dalla presenza di piante che riducono la concentrazione di gas tossici. In questo modo, viene proposto un nuovo modo di vivere gli spazi verdi attraverso un’alternativa efficace ed ecologica.

Coderblock

Dalla Sicilia agli Stati Uniti. Il giovane palermitano Danilo Costa ha fondato Coderblock, un progetto innovativo dedicato al mondo dei freelance. Coderblock è una piattaforma virtuale creata per facilitare ed ottimizzare l’incontro tra aziende e freelance e monitorare il lavoro tra gli stessi col fine di ridurre tempo, costi e rischi della procedura tradizionale odierna. Inoltre è la prima piattaforma di recruitment online ad avere “un’ufficio virtuale” 3D che facilita l’organizzazione del lavoro tra l’azienda e il team di freelance. Il progetto è volato negli Stati Uniti per Collision 2018, importante conferenza annuale americana sullo sviluppo tecnologico. Danilo è arrivato a Berlino direttamente dagli USA per dare visibilità a Coderblock anche in territorio europeo. Per lui, come per suoi colleghi, l’augurio è di un successo che renda giustizia anche a quella formazione universitaria italiana troppo spesso bistrattata.

Leggi anche “Più di 40 startup italiane si sono presentate per due giorni a Berlino e i tedeschi hanno ascoltato attentamente”

 

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: Smau © All rights reserved.

Leave a Reply