Divario salariale tra uomo e donna: l’Italia è più virtuosa della Germania

Eurostat ha realizzato un’infografica con i dati dei Paesi dell’Unione Europea del Gender Pay Gap (GPG), ovvero la differenza salariale di genere: l’Italia risulta più virtuosa della Germania.

La differenza salariale di genere, definita dall’Onu «il più grande furto della storia», è un fenomeno diffuso in tutto il mondo. Eurostat ha realizzato un’infografica da cui si evince che la media della differenza degli stipendi tra uomini e donne all’interno degli Stati dell’Unione Europea è del 16.2%. Tra i Paesi più virtuosi rientrano la Romania (5.2%) e l’Italia (5.3%), mentre non occupa una buona posizione la Germania, dove il Gender Pay Gap è di ben 11 punti al di sotto della media europea (25.3%). Questo significa che per ogni 100 euro guadagnati da un uomo, una donna ottiene 74.7 euro in Germania e 94.7 euro in Italia. Nella valutazione dei dati occorre però prestare particolare attenzione: i dati Eurostat si riferiscono al Gender Pay Gap “grezzo” (unadjusted), riferito dunque alla paga oraria e non a quella mensile o annuale. Inoltre se si scompone lo stesso dato in settore pubblico e privato in Italia, la differenza oscilla tra il 4.4% nel settore pubblico e il 17.9% in quello privato, mentre in Germania rispettivamente tra il 13% e il 24% (dati Eurostat).

Gender Pay Gap – Eurostat

 

Germania e Italia, un breve confronto

È risaputo che i dati vanno presi con le pinze. In effetti se volgiamo lo sguardo oltre l’infografica Eurostat, ci rendiamo conto che la situazione lavorativa per le donne in Italia non è rosea come potrebbe sembrare. Il tasso di occupazione femminile è molto più basso rispetto a quello tedesco: solo il 51.6% in Italia contro il 74.5% in Germania (dati Eurostat 2016). Il governo tedesco ha approvato una legge che a partire da gennaio 2018 obbliga le aziende con più di 200 dipendenti a rivelare il Gender Pay Gap nel caso in cui i dipendenti volessero saperlo. A livello regionale, in Germania la differenza salariale di genere è più bassa nelle regioni orientali che in quelle occidentali. In Italia, come scrive il Sole 24 ore, la legge prevede la parità retributiva, ma purtroppo non viene ancora rispettata.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

immagine di copertina: Beatrice Terzo

 

Leave a Reply