E ricomincia l’anno

Ed un’altra estate volge alla conclusione, nuovi buoni propositi si mettono in valigia mentre si torna a casa sicuri che stavolta sarà diverso e se già è stato bene in passato, questa volta sarà ancora meglio. Amori che finiscono, amori che nascono, amori che non si sa come andrà. Germogli da innaffiare e radici a cui si è affezionati e che si terranno sempre vicine, a cui ci si avvinghierà per salire ancora più in alto. Vecchie passioni che abbiamo il timore di reincontrare e che forse è il momento giusto per lasciarsele alle spalle, ci han già fatto perdere abbastanza tempo e ora abbiamo l’entusiasmo per guardare avanti. Amici che ritornano e con cui c’è tanto da parlare, abbiamo bisogno di dire che quest’estate pensiamo d’essere cambiati. E forse è davvero così.

Non c’è più nessuna nuova Smemoranda bianca comprata con emozione dai banchi cartoleria dell’Oviesse da cominciare a riempire, eppure per tanti di noi l’inizio dell’anno continua ad essere questo, fine agosto, inizio settembre. Soli, piogge, cambi di guardaroba. Tempo ancora di viaggi. Non più nella distanza alla scoperta di nuovi territori, ma nel tempo, nel futuro, nel nostro futuro. A Berlino, come altrove.

Foto © Sascha Kohlmann CC BY-SA 2.0

Leggi anche 10 cose da conoscere prima di affrontare l’inverno a Berlino

Andrea D'Addio - Direttore

A Berlino dal 2009, nel 2010 ha fondato Berlino Cacio e Pepe prima il blog, dopo il magazine. Collabora anche con Wired, Il Fatto Quotidiano, Repubblica, Io Donna, Tu Style e Panorama scrivendo di politica, economia e cultura, e segue ogni anno da inviato i maggiori festival del cinema di tutto il mondo.

Leave a Reply