Ecco perché il passaporto tedesco è il migliore al mondo

Ogni anno la società finanziaria Arton Capital pubblica un Passport Index, vale a dire una lista dei passaporti più potenti al mondo sulla base dell’accesso senza restrizioni e senza necessità del rilascio di un visto al maggior numero di Paesi. Nella graduatoria 2016 la Germania conquista il primo posto, ex aequo con la Svezia, scalzando i primatisti del 2015, Gran Bretagna e Stati Uniti: tedeschi e svedesi hanno il miglior passaporto al mondo, potendo accedere senza problemi a ben 157 Paesi.

Index
© Passport Index

Italia al secondo posto. Sul secondo gradino del podio, con 156 Stati visitabili, troviamo un nugolo di Paesi, tra cui anche l’Italia, a pari merito con Finlandia, Francia, Spagna, Regno Unito e Svizzera. Seguono al terzo posto (accesso a 155 Stati) i passaporti di Olanda, Danimarca, Belgio, Corea del Sud e Norvegia. Gli Stati Uniti si piazzano al quarto posto con 154. Dando una scorsa alle posizioni più basse, troviamo Siria (34), Somalia (32), Iraq (30), Pakistan (27) e Afghanistan (24). Gli ultimi gradini sono tutti occupati da Paesi ex coloniali, o in via di sviluppo o dilaniati dalle guerre civili. Ci si rende conto così di quanto la libertà di movimento sia un diritto prezioso ma nient’affatto scontato, e di come dipenda da circostanze del tutto contingenti.

banner scritte troppo piccole

Foto di copertina © Justus Blümer

Related Posts

  • Il turismo continua a essere la principale risorsa dell'economia italiana e si mantiene in vita soprattutto grazie ai tedeschi. È il rapporto di Unicredit sul turismo a riferire che l'Italia si riconferma tra le mete turistiche preferite, posizionandosi al quinto posto nella graduatoria mondiale delle destinazioni. Il merito è (quasi) tutto dei…
  • Premessa: il razzismo esiste in tutti i Paesi minimamente ricchi. È difficile estirparlo completamente, basta che qualcuno abbia poco affinché lo straniero che gli vive o passa accanto ogni mattina diventi il capro espiatorio di tutti i suoi mali. In Germania il razzismo esiste, a volte è palese (come dimostra…
  • I tedeschi hanno un detto, Andere Länder, andere Sitten, che è all'incirca l'equivalente del nostro "Paese che vai, usanza che trovi". Ebbene, questo promemoria al relativismo culturale si applica anche al sesso, e in particolar modo all'orgasmo. Qualche giorno fa il quotidiano Berliner Zeitung ha riportato due studi sulla sessualità: uno dell'azienda produttrice di condom Durex sulla…
  • Pochi giorni prima del Natale 2013 presi un volo Air Berlin da Berlino a Roma per passare con la famiglia le vacanze di Natale. Quelli che seguono sono dialoghi ascoltati mentre aspettavo nel terminal o direttamente sull’aereo da parte di vari passeggeri. Sicuramente tra tedeschi, in tedesco, di ritorno da…
  • Quando un italiano arriva a in Germania senza conoscere il tedesco, parte comunque ottimista, forte del fatto di far parte di una popolazione che è sempre riuscita a farsi capire, a comunicare in qualsiasi situazione. Sono ancora pochi, infatti, gli italiani che arrivano in Germania con conoscenze pregresse della lingua,…

Leave a Reply