Elezioni in Germania, risultati in diretta

Berlino violenza

Ore 19.01

I tre partiti al governo durante la scorsa legislatura, ovvero CDU, CSU e SPD arretrano complessivamente di circa 14 punti percentuali. Una cifra molto vicina a quel 13,5% conquistato da Alternative fuer Deutschland che quattro anni fa, con un solo anno di vita alle spalle, arrivò a poco meno del 5%. È la destra anti-immigrazione ed euroscettica la vera vincitrice di questa tornata elettorale, ma a festeggiare ci sono anche i liberali dell’FDP, rientrati in Parlamento con il 9,9% e i Verdi con il 9,4%. Entrambi, vista l’annunciata decisione dei socialdemocratici di Martin Schulz di rimanere all’opposizione, rappresentano al momento le uniche stampelle per l’Union di Angela Merkel di formare un governo. Si tratterebbe della cosiddetta “coalizione Giamaica” dal colore generalmente assegnato alle tre formazioni: nero per l’Union, giallo per i liberali e verde per i Verdi.

“Vogliamo riconquistare i voti di chi ha scelto Alternative fuer Deutschland”. Con queste parole Angela Merkel si è rivolta alle centinaia di persone che l’hanno attesa all’interno della casa dlla CDU, la Konrad Adenauer Haus a Berlino

Queste le proiezione di voto rese note da ZDF alle 18.38

  • CDU/CSU: 33,3 (-8,2)
  • SPD: 20,9 (-4,8)
  • Linke: 9,0 (+0,4)
  • Bündnis 90/Grüne: 9,4 (+1,0)
  • FDP: 9,9 (+5,1)
  • AfD: 13,2 (+8,5)
  • Altri: 4,3 (-2,0)

Ore 18.40

“Grazie davvero per lo spirito” così Martin Schulz ha iniziato il suo discorso, accolto da applausi, presso la sede dell’SPD di Berlino .” Oggi è stato un giorno difficile, abbiamo perso. Siamo meno di quanto avessimo pensato. Tolleranza e rispetto, ci batteremo contro gli estremismi per il mantenimento di questi valori nel nostro Paese. Abbiamo raggiunto molti obiettivi sociali importanti durante questi quattro anni di governo, come ad esempio l’istituzione del salario orario minimo”

Ore 18.27

“Possibile solo una coalizione Giamaica”. È quanto sostiene il Tagesspiegel e tutti i principali media tedeschi alla luce dei primi exit poll sul voto in Germania. Per Giamaica si intende un’alleanza tra l’Union di Angela Merkel (generalmente identificata con il nero), i librali dell’FDP (giallo) e i Verdi. L’unica altra opzione è una riedizione della Grosse Koalition con i socialdemocratici, un’opzione già esclusa dal comitato direttivo dell’SPD. 
Ore 18.16

Il comitato direttivo dell’SPD ha deciso. Se il partito non vincerà le elezioni, come del resto i primi exit poll sembrano confermare, il partito andrà all’opposizione. A sostenerlo sono la Deutsche Presse-Agentur e il settimanale Focus dopo un contatto telefonico con lo stesso Martin Schulz.

Ore 18.07

La destra che avanza e la Merkel che arretra. È quanto emerge dai primi exit poll resi pubblici da ARD. Nello specifico: Union al 32,5% grazie al 26,5% della CDU e al 6%della CSU, Spd al 20%, Alternative fuer Deutschland al 13%, liberali dell’FDP al 10,5%, Verdi al 9,5% e Linke al 9%. Se confermati, la formazione di Angela Merkel avrebbe perso 9% rispetto al 2013.


SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply