Il grande Ezio Bosso in concerto in un’ex pompa idrica di Berlino riconvertita in spazio creativo

pianista italiano

Il celebre pianista italiano in concerto all’interno dell’eccezionale cornice del Radialsystem

Ezio Bosso è uno dei più importanti compositori al mondo. Lo era già nei primi anni 2000 quando, ad esempio, firmò la colonna sonora del film Io non ho paura di Gabriele Salvatores (2004) venendo candidato al David di Donatello, lo è ancora oggi, dopo aver finalmente registrato il suo primo album solista, The 12th Room, uscito ad ottobre 2015 nonostante quella sclerosi laterale amiotrofica (SLA) che dal 2011 ne limita progressivamente sempre più i movimenti, tanto da essere costretto a muoversi su una sedia a rotelle.

Il concerto berlinese di Ezio Bosso

Classe 1971, torinese di nascita, ma a Londra da qualche anno, Ezio Bosso sarà in concerto a Berlino lunedì 26 giugno per presentare per la prima volta al pubblico tedesco il suo primo album, The 12th Room, oltre 50.000 copie vendute in Italia.  «Per me ogni suono si traduce in un’immagine o in un colore. E allo stesso modo le immagini mi provocano suoni. La mia musica, che proprio per questo è così amata dal cinema, deriva dalla squadratura di un’immagine che diventa una cellula e poi si sviluppa e porta ad altre immagini, diventa una sequenza e questa sequenza alla fine diventa un brano. La musica è trascendente, costringe a uscire dal sé, ad andare oltre. È terapeutica, e nessuno lo sa meglio di me» disse in un’intervista a La Stampa. A febbraio 2016 la sua esibizione al Festival di Sanremo commosse milioni di telespettatori. La sua musica, così intensa, ha ormai fatto il giro del mondo. Suona da quando ha quattro anni e una prozia pianista lo mise davanti uno strumento che imparò ad amare, ma anche a tenere a distanza.«A un certo punto avevo perso tutto, il linguaggio, la musica: la ricordavo, ma non la capivo. Suonavo e piangevo, per mesi non sono riuscito a far nulla. La musica non faceva parte della mia vita, era lontana, non riuscivo ad afferrarla. Ho scoperto così che potevo farne a meno. E non è stato brutto. È stato diverso, è stata un’altra esperienza. Ho imparato che la musica è parte di me, ma non è me. Al massimo, io sono al servizio della musica».

Ezio Bosso – The 12the Room

lunedì 26 giugno 2017 ore 20.00

presso il Radialsystem

Holzmarktstraße 33, 10243 Berlin

biglietti da 20,28 €

acquistabili qui o direttamente a Radialsysem


15219630_939322122867316_1048813033620156316_n

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Photo: © SpartangG97ezio  – Ezio Bosso – CC 4.0

Related Posts

  • Lavoro a Berlino. La vineria/ristorante The Winery a Frankfurter Tor, zona Friedrichshain di Berlino, cerca da subito un aiuto cuoco per impiego di 30 ore settimanali con conoscenza del tedesco. Contratto e assunzione in regoia. Se interessati mandare o mail a: thewineryberlin@gmail.com  o un messaggio privato alla pagina Facebook di The…
  • Languageinternational.com, start-up che offre informazioni e prenotazioni di corsi di lingua in tutto il mondo, cerca un madrelingua italiano che sappia anche un'altra lingua straniera oltre all'inglese, per impiego nell'assistenza clienti. La loro sede si trova a Schönhauser Allee, zona Prenzlauer Berg. Il contratto di lavoro parte da 1600 euro lordi al…
  • For anyone who is not sure about his/her level of German, and for those who wish to check out Berlino Schule’s teaching methods, on the 27th March 2017 there will be a full day of free trial lessons at different times according to your level. The free lessons are thought…
  • di Josué Marone* (NB: tutto ciò che segue è opinione unica del suo autore e non rappresenta quella generale di Berlino Magazine) Il Berghain. Quaranta minuti di fila, più o meno. E' domenica mattina presto. Se scegli l'orario giusto, ti eviti le file di due ore e mezza. Non che…
  • Sono poche le band italiane contemporanee capaci di essere riconosciute, seppur come fenomeno di nicchia, a livello internazionale. Ci sono riusciti in più di vent'anni di attività (il loro primo concerto risale al 1994) i Julie's Haircut, esponenti di spicco della scena rock progressive e psichedelico che al loro attivo, oltre a…

Leave a Reply