Germania, bimba di 8 anni si mette in vendita online per 42mila euro

Inquietante annuncio sul sito shpock.com: in Germania una bambina di otto anni è stata messa in vendita online con tanto di foto per 45.448 dollari (l’equivalente di circa 42.300 euro).

Un utente, imbattutosi nell’annuncio, ha allertato la polizia. A quel punto sono scattate le indagini e, come riportano il Westfalen-Blatt e The Local, si è scoperto che è stata la bambina stessa, una minore libanese, a postare l’annuncio. Non sono ancora chiari i motivi per cui la bimba, che vive con i genitori e i fratelli a Löhne, in Nordrhein-Westfalen, avrebbe preso la terribile decisione.

Le indagini

Le autorità hanno fatto irruzione nell’alloggio per rifugiati in cui la famiglia risiede da due anni e i servizi sociali hanno preso temporaneamente in custodia lei e i suoi fratelli di tre e dodici anni. Interrogata, la minore ha spiegato di essere stata lei a mettere l’annuncio online. Gli inquirenti sperano di ricavare ulteriori informazioni analizzando il telefono da cui la bambina avrebbe pubblicato l’offerta. A quanto pare in casa ci sarebbero stati più dispositivi connessi a internet utilizzabili liberamente dai minori. Ora i tre fratelli, come conferma il sindaco di Löhne Bernd Poggemöller, sono stati riconsegnati alla famiglia, ma Poggemöller si chiede come mai un annuncio simile abbia potuto superare i controlli e finire ugualmente online. Lo scorso ottobre un episodio analogo si era verificato a Duisburg, dove un bimbo di un mese era stato messo in vendita su eBay per cinquemila euro. Il padre, indagato, aveva dichiarato alla polizia che si trattava di uno scherzo. Un tribunale locale ha stabilito che potrà vedere il figlio solo sotto supervisione.

Foto di repertorio © Kaboompics/Karolina  CC0 license

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Leave a Reply