Germania & cocaina: il maxi-sequestro 2017 racconta un Paese ormai meta del traffico di droga sudamericano

Fabian Federl

Quest’anno in Germania è stato sequestrato un quantitativo così elevato di cocaina che supera di gran lunga le cifre degli anni precedenti.

Come riportato dal Berliner Zeitung, nell’ultimo anno la dogana e la Polizia tedesca hanno sequestrato così tanta cocaina che si è parlato di una vera e propria invasione di questa droga nel territorio tedesco ma non solo. Dal 2012 sono più che raddoppiati i sequestri di grandi quantità di cocaina a livello mondiale: basti pensare che solo in Germania nel 2017 sono stati sequestrate circa 7 tonnellate di cocaina, tre volte il quantitativo confiscato nel corso dell’anno precedente. Questi sono i numeri raccolti dalla NDR che sul punto ha condotto un’inchiesta. Sulla base dei dati presentati dal Dipartimento federale di polizia criminale, è emerso che questo aumento del traffico di cocaina potrebbe essere dovuto ad una nuova ed efficace strategia dei cartelli della droga sudamericani.

Sempre più diffuso il consumo di cocaina

“I produttori sudamericani di cocaina e le reti di traffico internazionale stanno invadendo il mercato europeo. Questo aumento segue una logica tradizionale di mercato, ovvero quella in base alla quale l’offerta crea la domanda”. Queste le parole di Christian Hoppe, responsabile per la lotta contro la droga presso l’Ufficio federale di polizia criminale, il quale si aspetta un ulteriore incremento del consumo di cocaina in Germania.

Secondo René Matschke, capo dell’Ufficio investigativo doganale di Amburgo, “la cocaina sta diventando oramai una droga alla portata di tutti e la tradizionale considerazione di questa polvere bianca, come droga destinata ad essere consumata solo dalla High Society, non è più da ritenersi attuale”.

Diverse possono essere le ragioni alla base di questo cambiamento di tendenza, la principale deve essere collegata al fatto che, rispetto a dieci anni fa, il prezzo della cocaina si è leggermente abbassato, sia nel commercio al dettaglio che in quello all’ingrosso. Nelle grandi città, come Amburgo o Berlino, è preoccupante quanto facilmente si riesca a trovare la cocaina per strada.

Mercati di traffico sempre più radicati e nuove strategie di trasporto

Lo stesso Matschke ha sottolineato anche che questo ingente traffico di cocaina potrebbe essere dovuto al fatto che l’offerta in Sud-America è decisamente aumentata e c’è stato un miglioramento nelle tecniche di lavorazione e smercio. Da un lato, il Dipartimento federale di polizia criminale attribuisce il boom al fatto che le aree destinate alla produzione di cocaina, specialmente in Colombia, si sono espanse considerevolmente. D’altra parte, i cartelli sudamericani sono riusciti a fare un uso migliore delle piante di coca che forniscono la materia prima.

Il trasporto su nave e il coinvolgimento delle città anseatiche tedesche

Il traffico internazionale di cocaina è molto articolato al momento. Il principale mezzo di trasporto sono le navi, molto spesso le più grandi quantità di cocaina vengono trasportate da un porto all’altro dentro a grossi container e il loro contenuto illegale non viene scoperto grazie alla collaborazione di impiegati corrotti incaricati dello scarico della merce. I principali punti di ingresso per il contrabbando di droga in Germania sono, oltre a Rotterdam ed Anversa, le città portuali di Amburgo e Bremerhaven (a Brema).

Le azioni tedesche contro il narcotraffico

Secondo quanto affermato dall’Ufficio federale di polizia criminale, non è sufficiente promuovere l’azione penale contro il traffico di cocaina. È di fondamentale importanza incentivare anche le politiche di prevenzione e consulenza per chi è vittima di dipendenza da tale sostanza.

banner3okok (1)

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Immagine di copertina: © Valeria Everett – CC BY SA 2.0

Leave a Reply