Germania, il party lanciato su WhatsApp sfugge di mano e la polizia non basta per limitare i danni

Sembrava una scena alla Animal House – la famosa commedia americana del 1978 – quella che i poliziotti di Monaco si sono trovati davanti lo scorso weekend. E dire che tutto era partito da un semplice messaggio su WhatsApp. Come riportato da Die Welt, sabato scorso la polizia della capitale bavarese ha ricevuto numerose lamentele dagli abitanti del quartiere Moosach per un party troppo rumoroso. Arrivata sul posto, la pattuglia di agenti ha potuto constatare come la situazione fosse davvero andata fuori controllo.

Un party virale. L’invito alla festa, organizzata con un messaggio Whatsapp da un 18enne, aveva avuto una diffusione virale e il passaparola tra studenti si era talmente esteso che oltre 150 ragazze e ragazzi si erano presentati al party selvaggio. Intorno alle 22 il baccano di centinaia di persone nell’appartamento, sulle scale e nel cortile interno del condominio, ha fatto sì che i vicini si rivolgessero alla polizia per cercare di far tornare la quiete.

L’arrivo della polizia. Ma la prima pattuglia arrivata sul luogo si è resa ben presto conto che da sola non ce l’avrebbe mai fatta, tale era la mole di teenager scatenati da dover gestire. Quando i poliziotti hanno provato a interrompere la festa e far evacuare il cortile interno, la situazione si è scaldata: alcuni ragazzi si sono arrampicati sulle volanti della polizia e hanno cominciato a insultare gli agenti. A quel punto i festaioli hanno deciso di dirigersi in strada ostacolando il traffico. I malcapitati poliziotti si sono visti costretti a chiamare rinforzi: sono intervenuti così un centinaio di agenti, che hanno dovuto addirittura bloccare una linea del tram, la numero 20. Gli agenti hanno dunque ristabilito l’ordine, fermato due ragazzi più scalmanati e preso le generalità di molti altri. Sono fioccate denunce per disturbo della quiete pubblica.

I danni. La polizia sta ancora provando a stabilire l’entità dei danni creati dagli esuberanti invitati. Oltre alle volanti danneggiate, sono stati trovati dei graffiti all’interno del cortile dell’edificio, presumibilmente opera di ragazzi che hanno preso parte alla festa. Intanto l’organizzatore del party virale se l’è cavata con una lavata di testa: i poliziotti non gli hanno elevato multe o citazioni in giudizio, riconoscendogli soltanto la colpa di aver organizzato una mega festa in cui poi gli altri invitati si sono lasciati andare. Sono “solo ragazzi”, dopo tutto. 

Banner Scuola Schule

 

Related Posts

  • 10000
    Berlino, cosi come Amburgo o Colonia, è rinomata per la sua vita notturna alternativa e trasgressiva, capace di accontentare un po’ tutti. La testata internazionale Deutsche Welle ci elenca dieci curiosi punti che bisogna assolutamente conoscere prima di atterrare a Berlino e prepararsi perfettamente a una notte nella capitale tedesca.…
  • 10000
    Sabato scorso un gruppo di circa dieci donne stava festeggiando il cinquantesimo compleanno di un'amica a Bendorf, nella Renania-Palatinato. Atmosfera allegra, qualche bicchiere in più e musica ad alto volume. I vicini, stufi del baccano, chiamano la polizia. Due agenti bussano alla porta del rumoroso party. E, a quel punto, l'incredibile equivoco,…
  • 10000
    Il mese di settembre segna l’inizio di un particolare conto alla rovescia: quello  per l'Oktoberfest a Monaco di Baviera. Per tutti gli amanti della birra? Non solo. L'Oktoberfest raduna anche tutti gli estimatori del nord Europa, delle sue tradizioni e dei suoi costumi popolari. La birra è sia "centro" dell'evento che…
  • 56
    L'Oktoberfest è una delle più grandi feste popolari al mondo, sicuramente la kermesse dove la birra scorre più abbondante. Così, un certo numero di "effetti collaterali" legati al consumo eccessivo di alcol è quasi inevitabile, e le autorità bavaresi sono in qualche modo tolleranti con le piccole follie degli avventori, a…
    Tags: è, in, gli, polizia, dei, si, non, tutto, monaco, baviera
  • 51
    Il 28 maggio 2013 moriva a Monaco di Baviera il trentunenne italiano Domenico Lorusso per mano di un omicida di cui ancora non si conoscono volto e generalità. Era un cittadino modello, un ingegnere informatico trasferitosi a Monaco per ragioni di lavoro. L'omicidio fu del tutto immotivato: Domenico venne ucciso solo…
    Tags: non, è, in, si, per, monaco, i, polizia, come, baviera

Stella Sacco

Con i piedi per terra e la mente intenta a fantasticare. Sono giornalista e, quindi, curiosa...o sono curiosa e quindi giornalista? Ai posteri l'ardua sentenza. Passatempi preferiti? Cinema e libri. Amo i gatti e rido di gusto con "l'ignoranza".

One Response to “Germania, il party lanciato su WhatsApp sfugge di mano e la polizia non basta per limitare i danni”

  1. Suleman

    bosco di rubano

    Rispondi

Leave a Reply