Germania: la costituzione tedesca tradotta in arabo per aiutare l’integrazione dei rifugiati

Sembra un continuo tira e molla quello della Germania con la questione rifugiati. Frontiere aperte per accoglierli tutti, poi richiuse con l’intento di gestire al meglio una situazione potenzialmente esplosiva. Sicuramente il governo della Merkel sta giocando una partita difficile in tal senso, essere di fatto il paese leader dell’UE comporta una serie di virtuosismi politici economici e comunicativi non semplici da gestire. Da un lato la volontà è quella di mostrare una apertura e una solidarietà totale con le centinaia di migliaia di persone che scappano dai paesi in guerra, dall’altro non si può neanche dimenticare l’equilibrio politico interno. Nonostante ciò, la cancelliera sembra sempre più propensa ad una forte apertura verso i rifugiati, in tal senso arriva infatti la comunicazione che i primi venti articoli della costituzione tedesca verranno tradotti e distribuiti in lingua araba, un’evoluzione della decisione di qualche settimana fa di tradurre e distribuire mappe della metro di Berlino in arabo.

Dimostrazione dei rifugiati dinanzi al tribunale @Montecruz Foto
Dimostrazione dei rifugiati dinanzi al tribunale @Montecruz Foto

Si tratta di divulgare i fondamenti su cui è stata costruita la nazione dal 1949 in poi, sono le basi fondamentali che danno forma alla cultura tedesca. Il vice cancelliere Sigmar Gabriel si dice sicuro che questo agevolerà e velocizzerà il processo di integrazione dei rifugiati.

Ciò che è importante nella nostra cultura è che tali principi e tali leggi si applicano a tutti” ha dichiarato Gabriel, ponendo l’accento su temi importanti come il libero orientamento sessuale e la politica di tolleranza zero verso l’antisemitismo, elementi che dovranno essere accettati senza riserve da coloro i quali vorranno restare in Germania, rispondendo così a quelli che sono i timori evidenziati dalla stampa e dall’opinione pubblica.

Angela Merkel si è detta convinta che l’arrivo dei rifugiati sarà un momento di svolta decisivo per la Germania, mercoledì ha dichiarato “Se pensiamo ai rifugiati ci rendiamo conto che ciò che succede in Siria, Afghanistan, Iraq non è qualcosa che accade lontano chissà dove, è qualcosa che ci coinvolge, che ci tocca da vicino”.

La Germania è pronta a dare asilo a circa 800.000 rifugiati quest’anno, una vera e propria sfida che il governo Merkel sembra pronto ad affrontare.

SCUOLA DI TEDESCO

Photo by CC BY SA 2.0

Related Posts

  • 46
    Forse l'arte non può cambiare la storia, ma può aprire la mente. Così pensava nel 2014 Jonas Nipkow, studente di management 22enne, mentre il conflitto nella striscia di Gaza esplodeva nuovamente sotto gli occhi del mondo. Il suo primo progetto, magliette dipinte insieme in Israele da artisti ebrei e musulmani, si…
    Tags: in, per, i, è, si, non, rifugiati, ad, germania, siria
  • 46
    La decisione è stata presa: la Germania parteciperà in maniera diretta allo sforzo bellico contro l'Isis. Martedì 1 Dicembre il governo ha infatti approvato il dispiegamento di 1.200 uomini per 12 mesi che andranno ad unirsi alle altre nazioni impiegate nell'attacco alle roccaforti del califfato islamico. La mozione è ora…
    Tags: in, è, non, per, i, ad, germania, dei, si, siria
  • 45
    La Germania aumenta del 50% il previsto programma di investimenti fino a 15 miliardi di euro. Punta soprattutto alle amministrazioni comunali. È questo ciò che emerge da quanto dichiarato martedì scorso, 3 marzo 2015, dal Governo Federale. Si è deciso di incrementare il programma di investimenti già annunciato, pari a 10 miliardi…
    Tags: per, governo, è, si, germania, tedesca, in, merkel, angela
  • 45
    A un anno dalla fase più calda della crisi migratoria attuale, Angela Merkel va ancora ripetendo con convinzione il suo mantra: «Ce la facciamo». Giovedì 28 luglio 2016 la cancelliera ha affrontato i giornalisti a Berlino in occasione della consueta conferenza stampa estiva, quest'anno anticipata di circa un mese a causa…
    Tags: in, merkel, non, si, per, è, i, rifugiati, angela
  • 45
    Angela Merkel è stata in visita in Egitto e Tunisia dove ha incontrato i capi di Stato per discutere la situazione dei migranti economici. La questione migranti non è più solo un problema di Italia, Spagna e Grecia, i Paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo. Finalmente anche la Germania…
    Tags: in, per, i, si, merkel, germania, non, è, angela

Paco Romito

Barese e fiero figlio degli anni 80, non porto spalline e capelli cotonati ma chiedetemi il titolo di qualche film o telefilm (all'epoca non si chiamavano ancora SERIE) di quegli anni e non solo annuirò compiaciuto, vi canticchierò anche la sigla. Ho giocato per 10 anni a football americano, non è rugby, anticipo la domanda. Uno sport che mi ha insegnato moltissimo sul lavoro di squadra e sul sacrificio ma anche sul fatto che i quarterback cuccano solo negli USA. Sono a Berlino da gennaio 2015 e intendo restarci.

Leave a Reply