Germania, la Deutsche Bank in difficoltà chiude quasi 200 filiali. Molte a Berlino

Dopo la multa record di 2,5 miliardi comminata ai danni della Deutsche Bank, le azioni del colosso tedesco sono cadute in una lunga picchiata in borsa. L’istituto con sede a Francoforte ha dunque deciso di effettuare molti tagli in Germania. I soldi da recuperare entro il 2020 dovrebbero essere circa 3,5 miliardi di euro. Così, nell’ambito del piano di risanamento, la Deutsche Bank ha annunciato che chiuderà 188 delle sue 723 filiali in Germania. Tra le regioni più colpite il Nordrhein-Westfalen, con 51 filiali destinate a chiudere i battenti, e Amburgo, con 9. Anche Berlino e il Brandeburgo risentiranno dei drastici tagli: spariranno infatti 7 uffici nella provincia e 43 nella capitale. Tra questi, come riportato dal Berliner Morgenpost, 26 sono formalmente della Berliner Bank, costola della Deutsche Bank.

15915040101_2ea3d88706_k

Sempre più online banking. Dopo una perdita di circa 7 miliardi di euro nel 2015, la “strategia 2020” prevede una trasformazione del modello operativo e una semplificazione della struttura attraverso un progetto di digitalizzazione, incremento dell’efficienza e uscita dai business strutturalmente in perdita. Christian Sewing, direttore del reparto clienti di Deutsche Bank, ha giustificato il riassetto dicendo che sempre più persone svolgono le loro operazioni bancarie via internet e ha dichiarato all’agenzia Dpa che l’istituto aumenterà i servizi di internet banking investendo 750 milioni di euro nella sua offerta digitale entro il 2020. Nel prossimo periodo si prevedono inoltre fino a 3.000 licenziamenti tra gli impiegati a tempo pieno. I vertici dell’istituto rassicurano però i risparmiatori tedeschi: non ci sarà nessuna ripercussione sui loro conti correnti.

banner3okok (1)

Leave a Reply