Germania, segnali la sporcizia via WhatsApp e il netturbino arriva poco dopo

La Deutsche Bahn sta testando un nuovo metodo per tenere pulite le stazioni metro e ferroviarie a Berlino.

La capitale tedesca non è certamente famosa per essere una città pulita. Nonostante la Deutsche Bahn abbia dichiarato di investire annualmente molti milioni nella pulizia di 5400 stazioni, a Berlino capita spesso di incappare in sporcizia di vario genere nelle stazioni U-Bahn ed S-Bahn. Per ovviare a questo innegabile problema, la Deutsche Bahn ha messo a punto un innovativo sistema di segnalazione dello sporco, attualmente in fase di test: nelle stazioni di Südkreuz, Ostbahnhof e Hauptbahnhof i viaggiatori possono già denunciare la presenza di sporcizia o rifiuti semplicemente con un messaggio WhatsApp. Come riportato da Berliner Zeitung, la misura potrebbe essere adottata in futuro in tutta la Germania.

Un messaggio WhatsApp per denunciare la sporcizia nelle stazioni

Con un semplice messaggio WhatsApp inviato al numero 0157 923 628 36, i viaggiatori potranno denunciare la presenza di sporcizia nelle suddette stazioni: in particolare bisognerà indicare il luogo esatto e il tipo di sporco individuato. Su richiesta il mittente può addirittura ricevere una conferma circa la rimozione della sporcizia. Grazie alla nuova misura proposta da Deutsche Bahn, i viaggiatori potranno inoltre valutare la pulizia delle stesse mediante “voti scolastici”. Dopo la fase di test nelle stazioni berlinesi di Südkreuz, Ostbahnhof e Hauptbahnhof, la misura potrebbe venire adottata anche in altre stazioni della Germania.

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: Street cleaner with an L-Plate, Derry / Londonderry © Kenneth Allen CC BY-SA 2.0

Related Posts

  • 10000
    Avvertite Bushido, Kollegah e tutti i vari gangsta rapper tedeschi perché è arrivato un nuovo rapper in città, forse un pochino più anziano e con un vestiario non proprio adatto al contesto. Il suo nome è Manfred Gresens, pensionato di 80 anni residente a Neukölln. Il signore in questione non ne…
  • 10000
    «Berlino è una città condannata per sempre a diventare e mai ad essere», diceva lo storico Karl Scheffler già al principio del 1900. E forse è proprio questa una delle caratteristiche più visibili della città. Berlino è la capitale dei "lavori in corso", rapidi, efficienti (a parte il nuovo aeroporto), spesso…
  • 10000
    Le esperienze che ti portano fuori di casa in modo decisivo non sono parentesi a se stanti, non formano semplicemente una parte del famoso bagaglio che ci portiamo dietro, stipate insieme a ricordi d'infanzia, memorie scolorite, volti insostituibili. Queste esperienze sono concentrati di energia e di consapevolezza, che continuano ad…
  • 10000
    Berlino è una capitale effervescente e una delle città europee più ambite, non solo dai turisti per l’offerta culturale e artistica che offre ma anche per i giovani che spesso pensano di trasferirvisi in vista di un futuro più promettente e sereno. Visitare in fretta Berlino vuol dire anche fare…
  • 10000
    «Il mercato musicale italiano si è appiattito molto, negli ultimi anni. Si dà spazio alla forma, allo spettacolo, ai numeri e nessuno crede più nella diversità e nella unicità di un artista. Se si riesce ad assomigliare a qualcuno, ad esempio a farsi definire "il nuovo Ramazzotti" o qualcosa del genere,…

Gloria Reményi

Italiana per parte di mamma, ungherese per parte di papà, mi piace definirmi 50/50 a tutti gli effetti. Il mio anno di nascita – il 1989 – ha probabilmente deciso il mio destino berlinese. Mi sono trasferita a Berlino nel 2012 per conseguire la laurea magistrale in "Culture dell'Europa centrale e orientale" e ci sono rimasta. Amo la letteratura, da accanita lettrice e aspirante scrittrice.

Leave a Reply