Germania, si cercano parenti di persone con diabete per uno studio. Previsto compenso

Come parte di un progetto finanziato dal Ministero della Sanità tedesco, l´associazione VDBD (Verband der Diabetesberatungs- und Schulungsberufe in Deutschland) cerca familiari di persone con diabete mellito (tipo 1 e tipo 2). Il diabete non solo determina la routine delle persone colpite, ma spesso cambia la vita anche ai familiari del malato. In collaborazione con l’Università di Jena, l´associazione VDBD vuole sviluppare un programma di formazione specifico per i parenti dei pazienti con diabete, un’offerta fino ad ora totalmente assente. L’associazione è infatti convinta che una formazione specifica possa aiutare i familiari e i partner a comprendere meglio la malattia e in particolare a poter agire correttamente in situazioni delicate.
I focus group. Si cercano quindi parenti di persone con diabete mellito per partecipare a uno dei focus group della durata di tre ore organizzati dal VDBD e dall´Universitá di Jena a ottobre e novembre 2016. Nel gruppo di discussione verranno poste diverse domande sulla vita di tutti i giorni e le risposte dei partecipanti aiuteranno gli organizzatori a sviluppare un programma di formazione specifico per i membri. Ai partecipanti a questa ricerca verrà riconosciuto un compenso di 100 euro più un rimborso delle spese di viaggio per chi arriva da fuori. Sono previsti focus group nelle seguenti città tedesche: Monaco, Hannover, Jena.

Requisiti necessari:

  • Si cercano familiari di persone con diabete mellito (Tipo 1 e Tipo 2)
  • È necessario essere maggiorenni
  • I genitori sono esclusi dalla ricerca
  • È richiesta una conoscenza sufficiente della lingua tedesca
  • Indennità di 100 euro più rimborso delle spese di viaggio

Appuntamenti

  • 25.10.16 a Monaco, 16:00-19:00
  • 26.10.16 ad Hannover, 16:00-19:00
  • 10.11.16 a Jena, 15:00-18:00
Per maggiori dettagli sulla ricerca e prenotazioni, scrivete a Frau Dr. Nicolle Müller (nicolle.mueller@med.uni-jena.de) o telefonate al numero +49 03641 933071.

Il diabete in Germania. Quasi sette milioni di persone in Germania soffrono di diabete e il numero di nuovi casi è in aumento, sia per quanto riguarda il diabete di tipo 2 che di tipo 1, considerato “la più frequente della patologie rare”. Basti pensare che in Germania più di 30.000 bambini e adolescenti di età inferiore ai 19 anni hanno il diabete di tipo 1. In Italia si stima che 3 milioni di persone abbiano il diabete di tipo 2 e circa 250.000 persone quello di tipo 1. L´associazione Deutsche Diabetes-Hilfe organizza ogni anno a ottobre una serata di beneficenza per diffondere una maggiore consapevolezza su questa malattia e raccogliere fondi per vari progetti a favore delle persone colpite. Il sesto Diabetes-Charity-Gala si terrà il 20 ottobre a Berlino. Se invece siete in Italia e volete approfondire l´argomento, cercate gli eventi nella vostra regione e partecipate alla giornata mondiale del diabete, dal 7 al 13 novembre 2016. La giornata mondiale del diabete in Germania si terrà invece il 14 novembre 2016.

Foto di copertina © PublicDomainPicturesCC0 Public Domain

banner fondo articolo

Related Posts

  • Premessa: sappiamo bene che questo non è un articolo particolarmente profondo, ma pensiamo sia utile ogni tanto offrire anche uno spaccato sull'informazione leggera tedesca e i suoi temi caldi. Raccontano un popolo da una prospettiva sicuramente originale e interessante. ------ SESSO, basta questa semplice parola di cinque lettere ad attirare…
  • di Beatrice Falleni Sono una ragazza di 21 anni. Sono nata a Roma e lì ho compiuto il mio percorso di studi fino al conseguimento della maturità classica. Poi, a 19 anni appena compiuti e a poche settimane dalla fine degli esami, ho lasciato l’Italia e mi sono trasferita a Berlino.…
  • di Mara Bisceglie Dall'università italiana a quella tedesca: il confronto (spesso impietoso) di una studentessa Erasmus sbarcata a Berlino. Con il programma Erasmus ho avuto la possibilità di studiare per un intero anno accademico presso la Technische Universität di Berlino, potendo osservare da vicino il sistema d’istruzione tedesco e confrontarlo con…
  • La Fondazione Giorgio Cini di Venezia ha istituito una borsa di studio residenziale di sei mesi del valore di 12.500 euro per consentire agli italiani “di seconda e terza generazione”, ossia figli o nipoti di italiani emigrati all’estero per motivi di lavoro, di tornare nel Paese d’origine per trascorrere un periodo di ricerca presso…
  • Ho deciso. Parto per questa emozionante avventura. Dopo aver conseguito la maturità, sento che la realtà universitaria italiana mi sta stretta. Grazie ad una buona conoscenza del tedesco, decido di iscrivermi all’ università in Germania, precisamente all'Università Libera di Berlino, Freie Universität, presso la facoltà di Ebraismo. Dopo aver sbrigato le…

Chiara Polacchini

Dall'Italia alla Germania, passando per Spagna, Francia e Stati Uniti. Amante di marketing e lingue straniere, da 5 anni ho fatto di Berlino la mia nuova casa.

Leave a Reply