Am Gleisdreieck: il parco di Berlino in mezzo ai binari abbandonati della ferrovia

Dal 2011 Berlino ha un’altra grandissima area verde: il parco a Gleisdreieck. Si estende per circa 26 ettari nel raccordo triangolare che collega gli storici siti ferroviari delle stazioni merci “Potsdamer” e “Anhalter”. Il suo nome deriva dalla stazione metropolitana di Gleisdreieck, triangolo di binari, che perde la sua originaria forma nel 1912, quando dopo una serie di gravi incidenti viene progettato un nuovo incrocio di scambio.

Il Gleisdreieck è un parco pubblico con impianti ricreativi nell’area ovest di Kreuzberg, al confine con Schöneberg e Tiergarten. Il complesso progetto di riqualificazione dell’area, iniziato nel 2006 vede, come spesso succede a Berlino, la partecipazione attiva dei cittadini impegnati attivamente nella pianificazione del parco, che nasce dalle ceneri di aree infrastrutturali ormai abbandonate. Il vecchio tracciato della linea ferroviaria principale nord-sud divide il parco in 2 aree, l’Ostpark inaugurato a settembre 2011 e il Westpark.

Dopo il ’61 con la costruzione del Muro di Berlino le spese per mantenere linee ferroviarie poco utilizzate sono eccessive, quindi gran parte dei binari della stazione vengono chiusi e così, come per molte altre aree infrastrutturali, cala un sipario lungo 30 anni.

Già nel 1970, i residenti propongono le prime idee per il disegno di un parco nell’area abbandonata che si affaccia sulla Möckernstraße, dove oggi c’è uno degli ingressi principali. Solo nel ’97, anni dopo la caduta del Muro, lo Stato di Berlino trova un accordo con la società VIVICO, proprietaria dell’ex area ferroviaria, definendo la costruzione del parco. I lavori verranno finanziati dalle società che partecipano alla ricostruzione delle vicine aree di Potsdamer e Leipziger Platz.

Nel 2006 il Dipartimento per lo Sviluppo Urbano di Berlino, rappresentato dalla società Grün Berlin GmbH, indice un concorso in due fasi: pianificazione generale e progettazione del verde, vinte entrambi dall’Atelier di Architettura del Paesaggio Loidl.

Al gruppo di progettazione del parco partecipano i rappresentanti dei consigli distrettuali di Schöneberg-Nord, mettendo sul tavolo delle trattative le proposte progettuali dei residenti, che vengono però recepite solo in parte. I Berlinesi da più di quarant’anni si battono per rendere accessibile l’area del parco, mantenendone la sua naturale vocazione “selvaggia”.

Una vasta area verde, la Kreuzberger Wiese, è il centro dei 17 ettari del parco Est. Dritte strade di cemento portano alla foresta-parco giochi per i bambini, ai campi da basket e allo skat park. Lunghe panche di legno sottolineano la natura aperta del parco, le aree gioco e relax sono perfettamente integrate con l’idea di un parco naturale. La Möckernpromenade, uno degli accessi, costeggia il Museo della Tecnica Technikmuseum, attivo dall’83, del quale fa parte l’edificio orientale dello scalo merci della stazione Anhalter.

Ancora oggi è possibile vedere una selva di colonne in ghisa che supportano i 45 ponti Yorckbrücken che connettono lo scalo con la stazione di Yorckstrasse. La progettazione dell’arredo urbano si avvale dei dettagli e dei materiali esistenti sul luogo, binari arrugginiti e vecchi ponti di ferro che integrati con la vegetazione spontanea esercitano un potente effetto poetico.

La dimensione impressionante e le reliquie della vecchia area infrastrutturale, fanno del Gleisdreieck Park un luogo unico per Berlino.

Ricerche a cura di: Z.Munizza, responsabile del progetto Berlino Explorer che organizza esplorazioni urbane e guide alla città.

Photo: © Alper Çuğun Foto CC BY SA 2.0

Studiare Tedesco a Berlino
Studiare Tedesco a Berlino

Related Posts

  • Il parco urbano di Südgelände, inaugurato nel giugno del '99 dopo vent'anni di controversie politiche, si estende su un'area di 18 ettari, all'incrocio tra due linee ferroviarie che collegavano Berlino con Halle e Dresda. Conoscete l'origine del parco naturale di Südgelände? Molto spesso i parchi cittadini hanno una storia interessante, che si intreccia…
  • "La nuova area attorno alla Hauptbahnhof è terribile". L'aggettivo tedesco "schrecklich" rende bene l'idea della visione che l'architetto Daniel Libeskind ha della nuova zona in costruzione intorno la stazione principale di Berlino. Un'area che si sta trasformando in maniera completamente piatta ed omogenea, con i tempi lunghi, propri delle costruzioni di…
  • Nel distretto di Marzhan-Hellersdorf, l'anonimità delle scatole di cemento senza soluzione di continuità si fonde ad esistenze precarie, problemi sociali e alti tassi di disoccupazione. Si tratta della più grande area residenziale di Berlino nonché del quartiere più giovane, che ha da poco compiuto 30 anni. Marzhan è nato infatti alla…
  • Un piccolo gioiello d’architettura nascosto in un bellissimo parco a Potsdam. La Einsteinturm - Torre di Einstein,  un osservatorio astrofisico progettato dall'architetto tedesco Erich Mendelsohn, costruita nei primi anni ‘20, con lo scopo di compiere verifiche empiriche di alcuni aspetti delle teorie elaborate dal celebre scienziato sulla Teoria della Relatività…
  • Oh Berlin Who could think they would find you by just looking. Oh Berlin How many of us hide in you. Oh Berlin To think I could know you by your name Oh Berlin - U2, Achtung Baby, 1991 Mi accoglie con l’accenno di un sorriso. Di un secondo, ma scalda. Inizierò…

Zuleika Munizza

Zuleika Munizza responsabile del progetto di ricerca Berlino Explorer, presenta e racconta Berlino attraverso la sua storia e le sue trasformazioni, da un punto di vista architettonico e sociale.

One Response to “Am Gleisdreieck: il parco di Berlino in mezzo ai binari abbandonati della ferrovia”

  1. Il triangolo verde di Berlino, Gleisdreieck Park - Berlino Explorer

    […] pubblicato nella sezione Berlino Nascosta del Magazine Berlino Cacio e […]

    Rispondi

Leave a Reply