Gli assegni familiari e gli altri aiuti finanziari per chi ha bambini in Germania spiegati punto per punto

In Germania esistono alcuni tipi di assegni familiari di diritto per chi ha figli (naturali, adottivi o in affidamento) che vivono nel proprio nucleo familiare. Questi venogono erogati dalla Familienkasse della propria città e sono: Kindergeld, Elterngeld e Unterhaltvorschuss.

Kindergeld

Il Kindergeld è un assegno familiare che spetta a tutti i genitori o tutori residenti in Germania (anche all’estero, ma che pagano le tasse in Germania) per ogni bambino fino al 18esimo anno compiuto.
Il Kindergeld è prolungabile in tre casi:

  1. fino al 21° anno di età, se il figlio è disoccupato o iscritto alla Agentur für die Arbeit (anche se il figlio ha un lavoro che non superi le 20 ore settimanali)
  2. fino al 25° ann di età, se il figlio è iscritto all’università o fa una Ausbildung.
  3. illimitatamente se il figlio ha una disabilità psichica o fisica (stabilita prima del 25° anno di età)

Il Kindergeld non dipende dal reddito dei genitori. Attualmente le tariffe sono queste:

  • per il primo e il secondo figlio: 188 € mensili
  • dal terzo figlio: 194 € mensili
  • dal quarto figlio 219 € mensili.

Se i genitori sono residenti in Germania al momento della nascita del bambino, il Kindergeld viene erogato giá dal primo mese di vita. Altrimenti dalla prima registrazione anagrafica (Anmeldung) del genitore o tutore del bambino.

Elterngeld

L’ Elterngeld permette ai genitori di passare più tempo con i loro piccoli durante i primi mesi di vita. Questa indennità viene erogata per un massimo di 14 mesi dopo la nascita del bambino. I genitori possono decidere come gestirla. L’importante è che non vengano superati i 14 mesi complessivi, e un massimo di 12 mesi a genitore. Se un genitore prende l’assegno per 12 mesi, all’altro ne restano due. L’ Elterngeld varia da un minimo di 300 a un massimo di 1.800 Euro mensili. La base di calcolo è il reddito netto dei dodici mesi antecedenti la nascita del figlio. Se lo stipendio è compreso tra i 1.000 e 1.200 Euro, l’Elterngeld sará pari al 67% di esso. Si può anche non sospendere completamente l’attività lavorativa, ma ridurla fino a un massimo di 30 ore settimanali. Chi non aveva un reddito prima della nascita può usufruire dell’importo base di 300 € mensili e magari integrare, lavorando fino a un massimo di 30 ore settimanali. Per un reddito inferiore ai 1000 euro, invece, l’assegno aumenta fino a coprire anche il 100% di esso. In sostanza, piú basso é il reddito, piú alta è la percentuale di esso coperta dall’assegno familiare. Per un reddito netto a partire da 1.200 Euro e oltre, prima della nascita, l’Elterngeld si abbassa modertamente dal 67% al 65%. Nel caso di parti gemellari l’Elterngeld aumenta di 300€ mensili per ogni figlio. Famiglie che hanno giá un bambino sotto i due anni (o due bambini fino a sei anni), hanno la possibilità di approffittare del Geschwisterbonus – il bonus fratelli- un supplemento pari al 10% sull’Elterngeld (per un minimo di 75€ mensili). Per i figli nati dal 1° luglio 2015, inoltre esiste la possibilità di scegliere tra l’Elterngeld di base (fino al 1° luglio 2015) o l’Elterngeld Plus, o addirittura di combinare i due assegni e raddoppiare il tempo dell’Elterngeld se, al periodo che si sta a casa con il bambino, viene affiancato un lavoro part-time.

Unterhaltsvorschuss

I figli di genitori singoli, in tedesco Alleineziehend, hanno diritto all’Unterhaltsvorschuss, un assegno statale erogato fino al 12 anno di età del bambino, per un massimo di 6 anni. L’Unterhaltsvorschuss corrisponde alla cifra degli alimenti che pagherebbe un genitore separato. L’ammontare dell’assegno viene stabilito dalla legge in base alle fasce di età (0 – 5 anni e 6 – 11 anni). Questo assegno statale si richiede allo Jugendamt del vostro distretto (Bezirk).

Cover Photo: Luigi Torreggiani CC BY SA 2.0

banner3okok (1)

Grazia Orlandini

Sono arrivata a Berlino solo 4 anni fa, ma la città mi aveva conquistato già dopo la prima visita. In Germania ci vivo, e bene, dal 1995. Ho fatto l'Erasmus nel sudovest germanico, a Freiburg, dove poi sono rimasta 18 anni. All'inizio del 2013, poi, la decisione di muovermi a Nordest, Berlino! Ho studiato Lingue a Pisa - Tedesco e Storia dell'arte. Ho un figlio di 16 anni che parla 5 lingue correntemente e ne sono davvero fiera. Vivere a Berlino é una delle esperienze piú belle che si posano fare, se si è spiriti liberi e menti creative.

7 Responses to “Gli assegni familiari e gli altri aiuti finanziari per chi ha bambini in Germania spiegati punto per punto”

  1. Valentino

    Salve gentile Grazia, ho nintenzioni di trasferirmi a Berlino da gennaio e vorrei sapere se potrebbe indicarmi le scuole internazionali o bilingui per i miei figli che vorrei portare per l’anno scolastico 2016-2017.

    Un cordiale saluto
    Valentino
    Aspetto il vostro prossimo articolo…. 🙂

    Rispondi
    • Grazia Orlandini

      Buongiorno Valentino, grazie del messaggio 🙂 A Berlino ci sono parecchie scuole italo-tedesche. Mi servirebbero alcune informazioni aggiuntive, tipo l’età dei figli e il quariere dove andrete ad abitare. La cosa migliore sarebbe, se passaste dal nostro ufficio per una consulenza e chiacchierata. Quando pensa di arrivare a Berlino? Tenga conto che le scuole quassù iniziano ad Agosto.

      In attesa della vostra risposta, auguro a Lei e alla sua famiglia Buone Feste!

      A presto
      saluti berlinesi
      Grazia

      Rispondi
  2. Nilla Tamuzza

    Salve ,io e mio marito e i miei 4 figli vorremmo dare una svolta nella nostra vita,e vorremmo vivere in Germania, ma qualche dubbio nelle scuole visto che avrei 2 figli nelle elementari e una nella 1 media. …e comunque ci sono scuole bilingue

    Rispondi
  3. giovanni

    ciao signora grazia,ma se uno volesse andare a lavorare in Germania e di lasciare i propri figli temporaneamente in italia per terminare gli studi,ha lo stesso diritto a ricevere l’assegno famigliare ?grazie in anticipo

    Rispondi
  4. Sony

    Salve anche io volevo trasferirmi in Germania ad estate 2017 quando i figli finiscono la scuola uno finisce 3 superiore una 2 media e due al’asilo però fino quando comincia la scuola mi trasferisco solo con mio marito per trovare una sistemazione poi spero di prendere i figli al inizio scuola. .Mi potete dare un informazione su trovare un abitazione o su la scuola dei dei miei figli più che altro per la prima che finisce 3 superiore come tecnico sanitario e la seconda che finisce 2 media vi ringrazio anticipatamente distinti saluti Sony

    Rispondi
  5. Paolo

    Buon pomeriggio,
    le scrivo perchè sono ”incappato” nel suo articolo.
    Io e mia moglie vorremmo trasferirci in Germania, io ho forse trovato lavoro come aiuto cuoco a Mannheime, ma lei non lavora.
    Ci sta per nascere un bimbo, e penso che ci sposteremo dopo la nascita, oltre gli assegni, ho sentito che lo stato da un contributo per l’affitto, me lo conferma? e se si, in che misura?
    Saluti
    Paolo

    Rispondi
  6. Alberto

    Se il Kindergeld non dipende dal reddito allora io avrei percepito con tre figli 194 euro al mese , mentre in Italia l’assegno si calcola in base al reddito lordo familiare, così , quando lavoravo solo io e avevo tutti e tre i figli minori, con 27.000-28.000 euro l’importo era di circa 260-270 euro al mese.Oppure gli importi sono per ciascun figlio ? Non credo, 188 per il primo , 188 per il secondo e 194 per terzo sarebbero 570 euro al mese !!!L’entergeld mi sembra una specie di indennità di maternità, che in Italia viene erogata per un periodo inferiore di mesi, la si può allungare con quella cosidetta ” a rischio” per alcune categorie di lavoratrici e quella ” facoltativa” , esiste più ?, pari al 30 % del reddito lordo e per 6 mesi. Mi sembra che l’assegno di maternità fosse per 2 mesi prima del parto e 3 dopo !? Comunque l’assegno per filgli studenti fino a 25 anni o disoccupati fino a 21 qui non c’è. Per i disabili , certificati con punteggi di invalidità superiori a un tot, c’è la pensione di inabilità.

    Rispondi

Leave a Reply