Guida ai migliori club e gay party di Berlino

È un fatto universalmente riconosciuto che, dato un ragazzo gay in possesso di un gruzzolo di soldi alla ricerca di divertimento, la scelta della sua meta vacanziera cadrà probabilmente su Berlino.

Sorvoliamo sul fatto che Berlino si sia affermata negli ultimi anni tra le mete turistiche preferite dagli italiani, si potrebbero scrivere fiumi di inchiostro sull’argomento, ma concentriamoci piuttosto su ciò che la città ha da offrire ai gay in cerca di notti.

de-0920-502809-199074-front

Una capitale gay-friendly

Pochi sanno che la travagliata capitale tedesca è stata, a più riprese nel corso dell’ultimo secolo, un vivace centro omosessuale. Le notti della Berlino degli anni ’20 brillavano delle insegne di locali gay, soprattutto a Nollendorfplatz (vi dice niente il nome di Christopher Isherwood?), che ancora raduna intorno a sé un certo campionario di bar fuori dai quali sventola fiera la bandiera arcobaleno. Sappiamo tutti poi cosa ha portato il decennio successivo, ma a partire dagli anni ’80, lentamente la vita gay di Berlino è tornata alla ribalta, fino a renderla al giorno d’oggi una delle città più gay friendly d’Europa. Ecco che allora bei giovanotti accorrono da ogni parte del pianeta per godersi questo enorme parco giochi omosessuale; sì, perché ce n’è davvero per tutti i gusti.

Innanzitutto è da mettere in chiaro che l’aria di Berlino sembra essere così pervasa dalla gaytudine che capitare in un locale che non sia dichiaratamente gay, gay friendly o che non presenti quantomeno una folta clientela già a prima vista identificabile come appartenente alla categoria gay è pressoché impossibile. Se vi capitasse, è da prendere in considerazione che abbiate sbagliato città o che sia proprio la vostra giornata no. Se invece siete più quel tipo di persona che preferisce informarsi sulla location perfetta per la serata, piuttosto che lanciarsi nel primo locale a caso, troverete di certo quello che fa per voi.

La serata gay a Berlino si declina in tutti i generi musicali possibili

A farla da padrone ovviamente è la techno (che a Berlino spopola). Ecco quindi il Berghain, locale considerato tra i più belli al mondo non esclusivamente per gay, ma sicuramente gay friendly ed ecco About Blank quando va in scena la serata Homopatik. Tra le serate gay più intriganti ed esotiche della città vanno poi annoverate il Meschugge, serata gay ebraica e il Gayhane, serata gay araba; tra quelle più gettonate c’è senza dubbio il GMF, ovvero la serata gay domenicale del Week End, la discoteca berlinese celebre per la sua fantastica vista su Alexanderplatz. Chi non ha voglia di correre il rischio di capitare in una serata etero in uno dei locali suddetti potrà invece andare a colpo sicuro presso lo Schwuz, locale unicamente gay, che organizza serate di vario tipo, dalla techno al pop.

Ma le serate gay berlinesi non si consumano solo ballando, ma anche in maniera più tranquilla, come bevendo una birra e scambiando quattro chiacchiere, magari ammiccando a qualcuno presso lo Heile Welt, o in maniera (meno tranquilla) al Tom’s, uno dei tanti sex bar con tanto di darkroom che si possono trovare intorno a Nollendorfplatz.

Ne avrete allora probabilmente già avuta l’impressione, le proposte prese in considerazione fino ad ora sono solo una minima parte di ciò che si può trovare, in cui si può incappare o inciampare nella sempre viva Berlino e se si considera poi anche l’atmosfera del “tutto può succedere” che incanta questa città, allora sono due le domande che viene naturale porre al ragazzo gay in possesso di un gruzzolo di soldi sopracitato: se non vivi qui, che aspetti a prenotare un volo? Se vivi qui, che aspetti a uscire di casa?

Banner Scuola Schule

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Photo: © Homoparty

Related Posts

  • Il Kosmonaut è dedicato quasi esclusivamente alla musica "underground", che a Berlino significa elettronica. Del resto così è scritto proprio all'entrata. Siamo a Friedrichshain su di una stradina, Wiesenweg, sconosciuta ai più, in mezzo a capannoni industriali ed edifici in rovina a pochi metri dal cavalcavia che segna il passaggio…
  • Il Club der Visionäre, uno dei club più amati di Berlino. E anche uno dei più belli. Situato tra Kreuzberg e Treptower Park, il club colpisce per la sua posizione. Il locale, infatti, si affaccia direttamente sulla Sprea. Noi ci siamo stati e vi raccontiamo come è andata. Una serata al…
  • Non si apre certo nel migliore dei modi questo 2017 per la scena dei club berlinesi: martedì scorso i gestori del Magdalena, storico locale di Friedrichshain ex Maria am Ostbahnhof, hanno annunciato la chiusura - a meno di clamorose sorprese - per insolvenza. «Per noi del Magdalena quello di ieri…
  • Colori intensi, sguardi rilassati e il suono pacato dell´acqua in sottofondo. Si respira un'aria di libertà ed allegria allo YAAM, storico club di Berlino situato accanto alla stazione di Ostbahnhof, sulle rive della Sprea. Il locale - celebre a livello internazionale perché il giamaicano Usain Bolt vi festeggiò, improvvisandosi dj,…
  • di Cinzia Colazzo* La mia prima volta al Berghain è stata non programmata. Nel pomeriggio ero andata a trovare un’amica presso il suo banco al mercato. Dopo aver salutato tutti i colleghi concedendosi ancora una birra, mi convince ad accompagnarla al Berghain, il tempio della musica elettronica; prima però vuole…

Leave a Reply