13 formaggi tedeschi da provare almeno una volta nella vita

Un’antica e ricca tradizione casearia ha dato origine ad oltre 600 differenti varietà di formaggio, e permette alla Germania di collocarsi tra i maggiori produttori ed esportatori di latticini al mondo.

Il formaggio, un elemento immancabile e per certi versi essenziale nel frigorifero della maggior parte di noi italiani. Tuttavia, quando ci capita di pensare a un Paese a cui associare questo prezioso alimento, il primo nome che ci salta alla mente non è certamente la Germania. Oltre all’Italia, normalmente lo associamo per esempio alla Francia, con il suo famosissimo Camember. Oppure alla Svizzera, con la sua tradizione di formaggi Emmentaler. Sebbene la Germania non sia di norma associata alla produzione di formaggi, essa vanta in realtà un’antica e ricca tradizione casearia. Proprio grazie alle diversità che caratterizza i suoi variegati paesaggi, i metodi di produzione e le tradizioni regionali, la Germania vanta più di 600 varietà autoctone di formaggio. Il 75% di tale produzione è concentrata nelle regioni meridionali, soprattutto in Baviera e nelle regioni alpine circostanti. Questa concentrazione è conseguenza sia dell’influenza degli antichi Romani colonizzatori, sia dell’introduzione da parte di due maestri caseari svizzeri, verso metà ottocento, della lavorazione di formaggi in stile Emmentaler. Nel Nord del Paese, invece, più diffusa è la produzione di formaggi freschi che richiamano gli stili olandese, danese e belga.

Abbinamento di formaggi e vini. ©OldiefanCC BY-SA 0.0.

Di seguito le 13 varietà di formaggio che più rappresentano i sapori e i profumi caratteristici della Germania:

1. Limburger

Originario della regione compresa storicamente nel Ducato di Limburgo, suddiviso tra gli Stati di Germania, Belgio e Paesi Bassi. Formaggio a pasta morbida prodotto da latte vaccino pastorizzato e divenuto famoso a causa del suo odore pungente e non molto gradevole, che gli ha fatto guadagnare la definizione di  “Stinkkäse ” o “stinky cheese”, ovvero “formaggio puzzolente”.

2. Allgäuer Emmentaler

Versione tedesca del più famoso Emmentaler svizzero, è un formaggio grasso, a pasta semidura, dal colore paglierino. Si differenzia dal tradizionale formaggio svizzero per il suo sapore più mite e delicato, grazie al più breve tempo di stagionatura. Viene prodotto da latte vaccino non pastorizzato nella regione dell’Allgäu, la zona a sud-ovest della Germania al confine con la Svizzera.

3. Altenburger Ziegenkäse

Prodotto da poco più di un secolo nella zona della Turingia, un’area boscosa a est della Germania, la ricetta originale di questo formaggio è stata ideata a fine ottocento dal caseificio Altenburger, che per la sua produzione prevede l’utilizzo in combinazione di latte vaccino e latte caprino. Per la sua crosta fiorita bianca e l’interno morbido e cremoso ricorda il tradizionale Brie francese.

4. Butterkäse

Una delle varietà più diffuse e consumate in Germania, questo formaggio presenta una consistenza morbida e quasi cremosa, un colorito avorio e un aroma leggermente piccante. Nonostante il nome, che tradotto letteralmente significa “formaggio al burro”, questa varietà di formaggio non contiene burro, ma è prodotto da latte vaccino pastorizzato e lavorato con panna.

5. Allgäuer Bergkäse

Fratello minore del più famoso Allgäuer Emmentaler, questa varietà è prodotto anch’essa nella regione dell’Allgäu, la zona a sud-ovest della Germania, e solo ad altitudini molto elevate (tra 1000 e 1800 metri) da piccoli masi delle Alpi bavaresi, caratteristica che lo rende un formaggio di alta qualità. E’ uno dei pochi formaggi tedeschi ad aver ottenuto la denominazione DOP europea ed è inserito nell’elenco dei prodotti tipici del patrimonio mondiale bavarese. Presenta un colore paglierino chiaro, una stagionatura medio-lunga e una pasta semidura.

6. Quark

Grazie alla sua morbidezza e cremosità, questo formaggio fresco è largamente consumato dalla popolazione tedesca. Spesso utilizzato come ingrediente base per torte e altri dessert, viene offerto anche in varianti con aglio, erbe o altri tipi di spezie, ideale per essere spalmato sul pane. Viene prodotto con latte scremato ed è caratterizzato da un sapore acido e piuttosto neutro.

7. Nieheimer Käse

Fin dall’Ottocento prodotto locale della cittadina di Nieheim, in Vestfalia, è un formaggio magro, fresco e a pasta molle. Possiede un colorito giallognolo, tendente al grigio-verde, e viene spesso servito coperto con foglie di luppolo. Di questo formaggio si erano quasi perse le tracce, ma è stato poi rivalutato e rivalorizzato grazie al turismo e alla certificazione IGP, ottenuta nel 2010.

8. Harzer

Questa varietà ha origine nella regione montuosa dell’Harz, rinomata per i suoi formaggi ricchi di proteine, poveri di grassi e davvero salutari. Adatto quindi per coloro che seguono specifiche diete ipocaloriche, questo formaggio è a breve stagionatura, morbido e dal sapore ricco ed intenso.

9. Rauchkäse

Caratteristica vincente di questo formaggio è la sua affumicatura. Ha origine sulle Alpi Bavaresi e viene prodotto da latte pastorizzato di alta qualità, successivamente sottoposto a un processo di lavorazione che gli regala un sapore affumicato e speziato. Può essere acquistato nelle varianti con aggiunta di pezzi di prosciutto e peperoncino.

10. Romadur

Formaggio proveniente nuovamente dalla regione dell’Allgäu e tuttavia, per via delle sue radici belghe, parente alla lontana del Limburger. Varietà prodotta da latte vaccino, a pasta morbida e a tratti gelatinosa, e dall’aroma marcato.

11. Odenwälder Frühstückskäse

Piccolo formaggio di forma cilindrica fatto con latte vaccino, morbido e dal sapore delicato, consumato dal popolo tedesco a inizio giornata, durante la colazione assieme a pane e burro; da qui il suo nome “Frühstückskäse”, ossia “formaggio della colazione”. La sua produzione si colloca nel territorio dell’Odenwald, nella regione Assia, al centro della Germania, tra Francoforte e Stoccarda Viene prodotto nel territorio dell’Odenwald, nella regione Assia, al centro della Germania, tra Francoforte e Stoccarda.

12. Tilsiter

Il nome di questo formaggio deriva dalla cittadina di Tilsit, che nel XIX secolo faceva parte della Prussia Orientale, e classicamente appartenente alla tradizione casearia svizzera. Esistono diverse varietà di Tilsiter, riconoscibili dal differente colore dell’etichetta, e che stanno a indicare la tipologia di latte utilizzata nella produzione.

13. Cambozola

Nato dall’unione di gorgonzola e Brie, questo formaggio viene spesso definito “Blue Brie” proprio per la sua caratteristica di ibrido. Mantenendo le caratteristiche di entrambe le varietà, presenta un aroma forte e pungente che richiama il gorgonzola, ma che risulta comunque leggermente smorzato dal sapore neutro del Brie. Prodotto originario della zona della Baviera.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

 

Foto di copertina: varietà di formaggi, ©VMonte13CC BY-SA 0.0.

Leave a Reply