I 15 viaggi da fare assolutamente nel 2018 secondo Forbes

Sunset

I motivi che portano una persona a viaggiare possono essere svariati: si viaggia per passione, per cercare sé stessi, per sfida personale.

Si viaggia con amici, con parenti, ma anche da soli. Qualunque sia il motivo, un viaggio ci lascia sempre qualcosa di nuovo: un nuovo sentimento, una nuova amicizia, tanti ricordi. Non è sempre facile scegliere la prossima destinazione, ci sono infinite possibilità e paesi che ancora non abbiamo conosciuto. Forbes ha stilato un elenco di I 15 viaggi da fare assolutamente nel 2018: si va dalla Tanzania agli Stati Uniti, dalle Ande boliviane ai templi in Cambogia. I consigli per tali destinazioni arrivano da agenzie di viaggio di lusso come Black Tomato o GeoEx. Ecco quindi la sita dei 15 viaggi da fare assolutamente nel 2018 secondo Forbes. In quali siete già stati?

15 – CAMBOGIA

L’Asia ha sempre attirato i giovani perché permette di viaggiare con un budget limitato e di conoscere moltissime persone nel caso si stia viaggiando da soli. Da quest’anno la Cambogia diverrà anche una meta di lusso, grazie alla prevista costruzione di nuovi hotels di lusso e di alloggi in aree ancora poco conosciute. Six Senses e Alila stanno costruendo dei negozi nell’isola Krabey e a Koh Russey, Rosewood sta aprendo un hotel a Phnom Penh. L’apertura più aspettata è però quella del camping Shinta Mani Wild.

pixabay cc0 https://pixabay.com/en/agriculture-asia-back-black-1822446/

14 e 13 – YUCATAN E CITTA’ DEL MESSICO

Il Messico è una meta adatta davvero a tutti i tipi di viaggiatore. Offre mille possibilità, dai piatti locali a pochi euro ai ristoranti di lusso con un gruppo di Mariachi pronto a dedicarvi una canzone, dagli ostelli agli alberghi più fancy di Città del Messico. Black Tomato ha cominciato a dirigere i propri clienti verso lo Yucatan, dove è possibile prenotare una giornata in elicottero per osservare la migrazione delle farfalle Monarca, riposarsi nei lussuosi resorts o visitare le rovine di Teotihuacan in mongolfiera.

12 – BOLIVIA

Città a 4mila metri d’altezza, un deserto di sale che si spande per 10.582 km², lagune che ospitano bellissimi fenicotteri rosa, mercati cittadini straripanti di frutta tropicale… La Bolivia ha davvero molto da offrire ed ad un prezzo decisamente contenuto. Si tratta di un paese povero ma allo stesso tempo affascinante. Le gonne tipiche delle donne ed il sorriso dei bimbi che giocano in strada vi lasceranno sicuramente a bocca aperta, tanto la vita è diversa rispetto allo standard occidentale. Nel Salar de Uyuni è possibile pernottare presso degli hotel fatti completamente di sale, letto compreso!

Bolivia
Pixabay https://www.europcar.com.bo/de/pages/bolivia

 

11 – SUD DELLA TANZANIA

È la parte meno conosciuta del paese ma ospita uno dei suoi più grandi parchi nazionali – il Ruaha National Park. Al suo interno sono stati creati dei lodges di lusso, per poter godere di tutte le comodità anche in mezzo alla natura più selvaggia. Un altro camping di lusso è stato aperto a Selous, una riserva naturale nel Sud del paese, e offre safari sia a piedi che in barca.

//www.instagram.com/embed.js

10 – TASMANIA

“Se le mete classiche vi hanno stancato è arrivata l’ora di consocere quelle meno frequentate”. Lo dice Tom Marchant, il cofondatore e proprietario di Black Tomato. La Tasmania regala emozioni in mezzo alla natura selvaggia ma possiede anche molte gallerie, come il Mona, che mantengono la scenario artistico vivo e dinamico.

//www.instagram.com/embed.js

9 – ASHEVILLE, NORTH CAROLINA

Nella parte Sud degli Stati Uniti, Asheville è un connubio di classico e hipster. Troviamo arte, cucina tipica ma anche street food asiatico, un giardino botanico e case che risalgono al diciannovesimo secolo. Insomma, ce n’è per tutti i gusti! Da non perdere è la Woolworth Walk, dove si possono ammirare e comprare le creazioni degli artisti locali.

ASHEVILLE, NORTH CAROLINA

8 – CIAD

Il 2018 si propone di farci conoscere anche il Ciad, stato decisamente poco turistico ma pieno di risorse: il parco nazionale di Zakouma contiene un ecosistema molto vario, nonché una zona creata appositamente per gli elefanti a rischio di estinzione. GeoEx organizza safari per conoscere il parco rispettandone piante, animali e le tribù ancora presenti sul posto.

//www.instagram.com/embed.js

7 – ISOLE FAROE

Chi segue il calcio internazionale ne ha sicuramente sentito parlare in qualche qualificazione ad Europei o Mondiali, per tutti gli altri sappiate che tecnicamente sono isole della Danimarca, ma la loro distanza dall’Europa ne fanno una sorta di terra di mezzo tra vecchio e nuovo continente. L’arcipelago conta ben 18 isole, una grande festa di fiordi, cascate, paesaggi fuori dal comune, albe (quasi) boreali e eccezionali ristoranti a base di pesce (uno ha anche una stella Michelin). Le case hanno l’erba che cresce sul tetto. Ponies e pecore popolano le isole, abitate solo da 50mila persone.

 

https://pixabay.com/en/foroyar-faroe-islands-sheep-1402519/
Faroe Pixabay https://pixabay.com/en/foroyar-faroe-islands-sheep-1402519/

6 – NORD DEL BRASILE

Volevate volare a Rio o a São Paulo? Secondo Forbes non è lì che scoprirete il meglio del Brasile. Il nord ha infatti molto da offrire, dalla bellissima cittadina di Jericoacoara, in cui le strade sono fatte di sabbia ed una duna appena fuori dal villaggio permette di ammirare il sorgere ed il tramontare del sole, al parco Lençóis Maranhenses, dove l’acqua si alterna alla sabbia creando un gioco di forme che lascia senza parole.

#Repost @edsonvandeira ・・・ 

A post shared by LENÇÓIS MARANHENSES (@lencoismaranhenses) on

//www.instagram.com/embed.js

5-AYSÉN, CHILE

Se pensiamo alla parte chilena della Patagonia, il primo pensiero va sicuramente a Torres del Paine. Aysén rappresenta però una nuova destinazione su cui investire, spiega Marchant. Ghiacciai, laghi, fiordi e cime innevate: i paesaggi sono spettacolari e valgono sicuramente tutta la fatica che da fare per raggiungerli.

 Vidas

A post shared by ???? Felipe Sanhueza Fdez (@felipesanhuezafdez) on

//www.instagram.com/embed.js

4-MILANO

Che l’Italia sia meta ambita da molti non è una novità, ma negli ultimi tempi Milano ha spiccato per la recente apertura di Fondazione Prada e il Museo di Armani, per non parlare del successo che ha avuto l’ultima edizione del salone del Mobile. La scusa poi è buona per rifocillarsi provando la cucina della penisola, una tra le più rinomate al mondo.

//www.instagram.com/embed.js

Leggi anche Otto consigli per viaggiare da “turisti responsabili” e godersi di più ogni avventura

3-TIBET CENTRALE

GeoEx ha creato un nuovo tour della durata di 4 giorni, con un trekking che porta alla valle di Yangpachen, per visitare il monastero di Tsurphu e partecipare al festival buddista che si tiene ogni anno. A far parte del tour anche Lhasa, Shigatse e Gyantse per chi oltre alla natura vuole conoscere anche le strade cittadine.

2-MALAWI

Secondo Black Tomato il paese non aspetta altro che essere esplorato. I parchi nazionali da visitare sono illimitati, la fauna è ricca e permette di organizzare safari non ancora troppo affollati. Il Lago Malawi permette poi di riposarsi godendosi l’acqua cristallina, perfetta per le immersioni. È proprio qui che nel 2017 è avvenuto il progetto #500elephants, che ha permesso lo spostamento di questi meravigliosi animali, a rischio di estinzione.

//www.instagram.com/embed.js

1-EGITTO

Dopo aver sofferto un calo turistico dovuto alla situazione politica instabile l’Egitto è tornato ad essere considerato una meta sicura. Già dall’anno scorso l’afflusso è aumentato e i viaggiatori si fanno poco a poco meno timorosi. Il prezzo è ancora molto competitivo ed ogni anno ci sono nuovi siti archeologici da scoprire: nell’estate del 2017, per esempio, gli archeologi hanno individuato due artefatti che ancora non erano stati portati alla luce del sole, una piramide e un ornamento usato dai faraoni.

Egitto, NadineDoerle, CC BY-SA 0.0

NadineDoerle, CC BY-SA 0.0 Tibet 

Berlino Schule tedesco a Berlino

http://berlinoschule.com/SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

 

Foto di copertina: © Sunset, pasja1000CC BY-SA 0.0

Leave a Reply