I club di Berlino raccolgono 50.000 € per i rifugiati chiedendo un’offerta a chi è in guest-list

Entrare gratis in un locale dove ci sarebbe un biglietto d’entrata è sempre un privilegio. Pagare qualcosa, anche solo un euro, per ricordarsi della propria fortuna è il presupposto alla base della campagna di raccolta fondi messa a punto ormai da alcuni mesi da Plus1. Dal Watergate al Lido passando per il Bi Nuu, il Monarch, il Privatclub, il Prince Charles e tanti altri: da ottobre scorso chiunque avesse il proprio nome in lista in ben 80 locali è stato invitato a lasciare un obolo a favore dei rifugiati. Al momento, come riporta il Rolling Stone, si sono raccolti ben  50.000 €.size=708x398

I gruppi di beneficenza. Tre sono i gruppi che vogliono dare un contributo importante alla crisi dei migranti: Sea Watch, un vecchio peschereccio tedesco rimesso a nuovo per soccorrere i profughi del Mediterraneo, Moabit helps!, un’organizzazione non-profit tedesca, che mobilita volontari per assistere i migranti e i rifugiati, e Berlin Refugees, che difende i diritti dei rifugiati in ambiti economici e politici.

Non solo rifugiati. La modalità di raccolta fondi di Plus 1 non si fermerà ai rifugiati. In futuro vi è il piano di utilizzarla anche per sensibilizzare clubber e berlinesi in generale su altre questioni. Un’idea intelligente che non si può che supportare.

HEADER SCUOLA DI TEDESCO

Leave a Reply