L’arte invade un quartiere di Berlino per 2 giorni: le foto delle “48 Stunden Neukölln”

È dall’estate del 1999 che l’area più povera a sud di Berlino, Neukölln, viene trasformata per 48 ore di Giugno in un laboratorio artistico e spazio culturale. Si tratta di un evento finanziato dal quartiere e dal lavoro volontario degli artisti partecipanti, che è ormai diventato il più grande festival delle arti libere della metropoli. Quest’anno ha ospitato 50 progetti d’arte di ogni tipo: dipinti, sculture, opere teatrali, letture, musica e workshop sia in spazi all’aperto che nei 100 studi e gallerie adibite per l’occasione.

Opere di tutti i colori ed emigrati coraggiosi da tutto il mondo si sono ritrovati a Neukölln, luogo vivace che ambisce ad avviare processi di comunicazione sociale tra le numerose etnie degli abitanti della zona e tutta Berlino. È anche attraverso l’influenza sociale dell’arte e della creatività, che si aspira a realizzare uno sviluppo sociale maggiore. L’arte è stata associata al concetto di “coraggio”, tema portante della rassegna, dove coraggio non è inteso soltanto come libertà assoluta ed espressione artistica senza limiti dei partecipanti nelle loro opere, ma anche coraggio alla transculturalità e coraggio alla vita in generale. È stata inoltre una festa speciale sia per i giovani che per i bambini, che con le mani sporche di vernici di tutti i colori hanno assaporato la gioia di vivere l’arte.

Foto: ©mariarcaguglielmo @marialicepilia Neukölln100097DSC_0077123DSC_0054DSC_0014DSC_0005101162DSC_0074167165105DSC_0038Neukölln

Marialice Pilia

Berlino è per me il paese delle meraviglie a trent'anni. È il posto giusto dove togliere fuori tutti i sogni dal cassetto, portarli in giro per le strade berlinesi, strade piene di energia creativa e dove nascono le idee, e provare a realizzarli. Fb: Alice in Berlinland http://wanderinginberlinland.blogspot.de

Leave a Reply