Il geniale docente italiano che negli USA insegna storia e la nostra lingua con i videogiochi

L’esperimento è di Simone Bregni, professore di Lingue e Letterature presso la Saint Louis University

Chi ha detto che studiare sia noioso? Certo, a volte può essere pesante, ma ci sono tantissimi modi per rendere l’insegnamento una cosa divertente. Per esempio, si può seguire il metodo di Simone Bregni, docente di Lingua e Letteratura Italiana presso la statunitense Saint Louis University. Il suo corso dedicato alla letteratura italiana del rinascimento, infatti, si avvale dell’aiuto del celebre videogame Assassin’s Creed II. Il gioco, uscito nel 2009, è una delle pietre miliari nella storia dei videogiochi ed è il primo titolo della trilogia dedicata ad Ezio Auditore. Questo personaggio, diventato anch’esso un’icona, svolge le sue imprese nell’Italia rinascimentale, tra Firenze e Venezia. Tutta la trama del gioco gira intorno alle avventure di questo ragazzo che, in seguito alla morte di suo padre e dei suoi fratelli, ingaggia una lotta contro i potenti dell’epoca.

©TheXomil, Games, CC0.

Perché proprio Assassin’s Creed per insegnare?

Con l’avvento delle nuove tecnologie in campo di videogiochi, sempre più giochi hanno dato importanza a una trama inserita in contesti storici reali. Uno dei primi fu per esempio Sniper Elite, ambientato a Berlino. È impressionante il numero di informazioni storiche presenti in Assansin’s Creed, dall’amministrazione di Lorenzo de Medici al potere della famiglia Borgia, passando per una ricostruzione fedele delle città del tempo. «Guido i miei studenti a notare, attraverso il gioco, le antiche infrastrutture romane che portavano acqua pulita e servizi sanitari nelle città italiane del Rinascimento. Prendono tutti parte alla vibrante vita culturale e politica di Firenze, osservando che le città italiane sono costruite intorno a una piazza», afferma Bregni in un articolo su Profession, giornale specialistico sulle lingue e letterature moderne. Il suo metodo prevede inoltre il rafforzamento del vocabolario e della grammatica. Scegleindo specifici capitoli del gioco, si possono preparare giochi di grammatica e corpora di parole per poi far discutere gli studenti.

©4504097, Assassin’s Creed, CC0.

Un metodo efficace non solo per i giocatori abituali

«Iniziamo con cose che gli studenti conoscono e che possono capire, il che è rassicurante, e costruiamo da lì. Credo fermamente che l’apprendimento debba essere divertente. Il fatto che sia divertente non toglie nulla alla serietà, è solo più efficace». Bregni nota come questo metodo sia efficace sia per chi già conosce il gioco, sia per chi è neofita nel mondo dei videogiochi. Imparare attraverso i giochi permette di diventare parte dell’azione che si studia, a differenza dei più tradizionali video con parlanti in lingua madre in cui lo studente è solo uno spettatore passivo. I dati che emergono dal corso sembrano dare ragione al professore italiano: gli studenti apprendono più velocemente che nei corsi tradizionali. Ovviamente, sarà necessario studiare gli effetti a breve termine di questo metodo, che va comunque ad affiancare e non a sostituire l’apprendimento più tradizionale. La Saint Louis University offre agli studenti consolle PlayStation 4 e giochi in numerose lingue, tra cui spagnolo, francese, tedesco, russo e cinese.

Video Youtube con spiegazione dettagliata di Assassin’s Creed II.

SEGUI TUTTE LE NEWS SU BERLINO, SEGUI BERLINO MAGAZINE SU FACEBOOK

Foto di copertina: ©SobControllers, Assassin’s Creed, CC BY 2.0.

Leave a Reply